Microdiscariche a Salerno, la Cgil scrive al Comune: "Serve una task force per la raccolta"

Il segretario Capezzuto denuncia: "I lavoratori della Salerno Pulita sono costretti a duri carichi di lavoro per raccogliere a mano rifiuti non appositamente conferiti nei carrellati, spesso mancanti o danneggiati"

"I cumuli di micro discariche sempre più presenti in città, l'anarchia di alcuni cittadini e commercianti, non solo stanno determinando un calo evidente della percentuale di raccolta differenziata nel Comune di Salerno (53% ultimo dato rilevato), ma anche una crescente disaffezione della cittadinanza alle regole per anni rigidamente rispettate". Sul tema rifiuti interviene il segretario generale Fp Cgil Salerno Antonio Capezzuto

La vertenza

"I lavoratori della Salerno Pulita sono costretti a duri carichi di lavoro per raccogliere a mano rifiuti non appositamente conferiti nei carrellati, spesso mancanti o danneggiati, così come spesso accade ai Mercati Generali dove i prodotti invenduti o in cattivo stato, vengono lasciati all'interno dei contenitori originari e non conferiti nei bidoni per il successivo carico/scarico da parte degli operatori, obbligati a raccoglierli a mano. Non basta - sostiene Capezzuto - addossare semplicemente le responsabilità alla società gestore del ciclo dei rifiuti. Un costume diffuso, diventato ormai facile pretesto per una cessione di responsabilità non più procrastinabile. Serve - è la proposta del sindacato - una strategia a lungo termine a partire da una nuova campagna di sensibilizzazione, che porti a rivedere dal prossimo anno il calendario di conferimento, unito a controlli serrati a tutela dei cittadini virtuosi che si fanno carico del pagamento della Tari. Il buon esito della raccolta differenziata non può essere dunque demandato alla sola società di gestione del servizio o alla speranza che gli incivili smettano di essere tali. Servono scelte politiche a supporto del gestore e a tutela del diritto di quei cittadini virtuosi che non hanno alcuna voglia di vedere infangata la propria immagine e quella della città di Salerno.  La Fp Cgil Salerno, consapevole degli sforzi già condotti dagli uomini e le donne della Polizia Locale, impegnati però in diverse attività di controllo del territorio e sotto organico, dopo anni di blocco delle assunzioni, - conclude Capezzuto - propone che venga istituita una task force sull'intero territorio comunale con l'ausilio di ispettori ambientali adibiti a questo delicato compito di controllo".

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento