Possibile arrivo di migranti in sorveglianza sanitaria: la Prefettura cerca strutture

La nota: "Ospitalità di un numero complessivo stimato in 70 migranti presso idonee strutture alberghiere o altre strutture ricettive, non inserite in contesti condominiali, presenti sul territorio di Salerno e provincia, per la durata del periodo di emergenza sanitaria”

La Prefettura ha pubblicato una manifestazione di interessa per "il servizio di ospitalità di migranti in sorveglianza sanitaria”. Nel disciplinare del bando, al quale è possibile aderire entro le ore 12.30 del 25 settembre, è scritto che " in relazione all’evolversi del fenomeno migratorio e all’andamento dell’emergenza epidemiologica in atto, la Prefettura deve garantire adeguate modalità di sorveglianza sanitaria nei riguardi delle persone soccorse in mare o giunte sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nonché dei migranti giunti attraverso le frontiere terrestri". Dovrà accadere fino alla la durata del periodo di emergenza sanitaria prorogato, fino al 15 ottobre 2020.

Il servizio

Ancora la nota della Prefettura: "Ospitalità di un numero complessivo stimato in 70 migranti presso idonee strutture alberghiere o altre strutture ricettive, non inserite in contesti condominiali, presenti sul territorio di Salerno e provincia, per la durata del periodo di emergenza sanitaria” e “riguarderà i migranti che per varie ragioni ed in osservanza delle misure governative di contenimento e contrasto alla diffusione di Covid-19, devono trascorrere il periodo di sorveglianza sanitaria. Le strutture proposte dovranno assicurare l’accoglienza dei migranti in camere singole nella misura pari ad almeno il 30% dei posti offerti (in considerazione dell’eventuale necessità dell’isolamento domiciliare obbligatorio). In tutte le camere dovrà essere presente il servizio igienico. I migranti ospitati non possono ricevere visite, né uscire durante il periodo di quarantena. Il gestore della struttura ricettiva dovrà fornire oltre all’ospitalità, il servizio di pulizia, sanificazione e manutenzione ordinaria delle stanze, nel rispetto dei protocolli sanitari vigenti; il servizio di reception/vigilanza H24 (per qualsiasi emergenza), 7 giorni su 7; la fornitura di saponi da bagno e carta igienica secondo le necessità”.

 I dettagli

Il prezzo a base di gara “è di 28 euro pro-capite giornaliero al netto di IVA. Al prezzo verrà applicato il ribasso percentuale unico offerto dal concorrente. Il compenso spettante all’aggiudicatario sarà determinato sulla base delle prestazioni concretamente erogate, moltiplicando il numero dei cittadini stranieri effettivamente ospitati per il prezzo pro capite e pro die offerto per il periodo di accoglienza effettivo, senza nulla a pretendere per l’eventuale disponibilità di posti offerti e non utilizzati. Il servizio dovrà essere garantito presumibilmente fino al 15 ottobre 2020, fatte salve eventuali proroghe dell’emergenza epidemiologica in atto. Il criterio di aggiudicazione è quello del minor prezzo. Disponibilità ad ospitare i migranti entro due giorni dal ricevimento di apposita richiesta di questa Prefettura. Si terrà conto della situazione di ordine pubblico anche solo potenziale, nel singolo Comune, nonché del contesto sociale in cui è collocata la struttura, da valutarsi anche in relazione alla specificità del territorio”. Manifestazione di interesse da inviare a mezzo PEC all'indirizzo protocollo.prefsa@pec.interno.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento