menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Migranti a Salerno

Migranti a Salerno

Migranti, 14 casi di scabbia tra i minori tasferiti a Roma: tensioni

Non tutti i migranti affetti da scabbia sbarcati a Salerno sono rimasti nel nostro territorio provinciale. Quattordici, infatti, i somali del centro di accoglienza per minori di Villa Spada, a Roma, cui è stata diagnostica la malattia

Non tutti i migranti affetti da scabbia sbarcati a Salerno sono rimasti nel nostro territorio provinciale. Quattordici, infatti, i somali del centro di accoglienza per minori di Villa Spada, a Roma, cui è stata diagnostica la scabbia. Prima visitati all'ospedale Sant'Andrea, poi dimessi e riaccompagnati, con le opportune terapie, all'interno della struttura, il gruppo è arrivato da Salerno ed è stato ospitato nei locali di via Annibale Maria di Francia nella notte tra mercoledì e giovedì.

Il trasferimento degli stranieri affetti da scabbia, ha suscitato non poche tensioni: su un comunicato stampa di Ospol, sindacato della Polizia Locale, è stato lanciato l'allarme "scabbia e tbc" nel centro di accoglienza, chiedendo a prefetto e amministratori di intervenire "per ripristinare lo stato igienico sanitario dei luoghi", oltre alla sospensione del servizio di vigilante effettuato dagli agenti. Il tutto puntando il dito contro una struttura giudicata dai denuncianti non idonea ad affrontare casi di malattie infettive perché mancante di spazi adeguati e separati per chi ci lavora, come riportato da Romatoday. Poi è intervenuto l'assessore alle Politiche Sociali, Francesca Danese che ha sottolineato la "completa falsità" di quanto denunciato. "Non è assolutamente vero che continuano a verificarsi casi di malattie infettive nel centro" ha dichiarato tramite nota stampa, rivendicando poi "la piena funzionalità della struttura".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento