rotate-mobile
Cronaca Battipaglia

"Chest è a fin ch fai": grave intimidazione per un imprenditore battipagliese

Ignoti gli hanno lasciato davanti alla sua abitazione una testa di maiale mozzata, insieme alla minaccia. L'imprenditore di Battipaglia nel 2010 fece arrestare 7 persone, affiliate al clan De Feo

"Chest è a fin ch fai" (questa è la fine che farai ndr): è l'inquietante messaggio intimidatorio scritto sul muro con la vernice rossa davanti alla casa dell'imprenditore di Battipaglia che nel 2010 denunciò gli estorsori e fece arrestare 7 persone, affiliate al clan De Feo di Bellizzi.

Nei prossimi giorni l'uomo dovrebbe deporre: ieri, ignoti gli hanno lasciato davanti alla sua abitazione una testa di maiale mozzata, insieme alla minaccia scritta sul muro. Si indaga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chest è a fin ch fai": grave intimidazione per un imprenditore battipagliese

SalernoToday è in caricamento