menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mirko Bove

Mirko Bove

Curiosità, lo storico ispettore dell'Humanitas entra nei Vigili del Fuoco

Un pezzo di storia dell'Humanitas lascerà Salerno per partecipare al 75° corso allievi dei Vigili del Fuoco permanenti, per 6 mesi. Mirko Bove, figlio del noto sottufficiale dei caschi rossi salernitani, realizza il suo sogno

Un pezzo di storia dell'Humanitas lascerà Salerno per partecipare al 75° corso allievi dei Vigili del Fuoco permanenti, per 6 mesi. Mirko Bove, figlio del noto sottufficiale dei caschi rossi salernitani, realizza il suo sogno. Entrato a far parte nel corpo di pubblica assistenza dell'Humanitas nel '94, si è distinto per merito in migliaia d'interventi. Dall'alluvione di Sarno,quando ricevette un attestato di merito dal Ministero del Interno, al matricidio di Torrione, alla tragedia del pullman di Avellino: innumerevoli gli interventi in cui è riuscito a salvare persone in difficoltà.

Resta nelle cronache, il caso in cui Bove soccorse un uomo colto da ictus all'altezza di 12 metri, su un albero: l'ispettore senza perdersi d'animo si arrampicò su una scala a portare ossigeno al malcapitato. Tra gli altri salvataggi, quello di un turista su una nave a 7 miglia dal golfo di Salerno con mare forza 7. Il paziente fu recuperato ed imbarcato su una motovedetta della Capitaneria di Porto: quel caso finì anche su un noto giornale francese Le Monde. Sempre in prima linea, Bove, che ha fatto del suo motto una ragione di vita: "Tutti fuggono, io corro". Il 28 dicembre, dunque, l'eroe silenzioso indosserà la divisa dei caschi rossi, portando il presidente dell'Humanitas, Roberto Schiavone, e tutti i volontari sempre nel cuore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento