Discarica di Parapoti, sopralluogo di De Luca: "A ottobre completiamo i lavori"

Si tratta di un'area di 160mila metri quadrati che all'inizio degli anni Novanta, nel pieno dell'emergenza rifiuti, divenne discarica pubblica per ricevere i rifiuti dall'intera Campania, e fu epicentro delle proteste a difesa dell'ambiente

Un momento della visita

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha effettuato oggi un sopralluogo alla discarica di Parapoti nel comune di Montecorvino Pugliano

L’annuncio

Sono giunti allo step conclusivo, informa una nota, "i lavori di bonifica e messa in sicurezza definitiva cominciati nel novembre del 2019. Entro il mese di ottobre saranno completati con gli ultimi interventi. Si tratta di un'area di 160mila metri quadrati che all'inizio degli anni Novanta, nel pieno dell'emergenza rifiuti, divenne discarica pubblica per ricevere i rifiuti dall'intera Campania, e fu epicentro delle proteste a difesa dell'ambiente". "E' stata un'operazione storica di bonifica ambientale e di trasformazione, dopo 12 anni, di quella che era una enorme discarica in un parco verde. Abbiano investito circa 7 milioni e mezzo di euro qui a Parapoti per arrivare a questo risultato: la messa in sicurezza definitiva e il via agli interventi in superficie e al rifacimento delle strade di collegamento con quello che sarà un grande parco. A ottobre - ha aggiunto De Luca - saranno completati i lavori".

La visita 

Ad accompagnare il Governatore, il vice presidente Fulvio Bonavitacola e il presidente della Provincia, Michele Strianese. Sul posto tutta l’amministrazione comunale di Montecorvino Pugliano guidata dal primo cittadino Alessandro Chiola che ha dichiarato: "Una grande gioia, una storica vittoria per tutta la comunità vedere questo intervento questa mattina. Ringrazio anche il presidente Vincenzo De Luca che è venuto e ha annunciato che saremo di nuovo qui a ottobre per festeggiare la chiusura dei lavori. Un intervento di circa sette milioni di euro, verrà ripristinata anche la viabilità e daremo un parco di 9 ettari di terreno alla comunità. Per questa comunità significa un passo importante, una rinascita. Faremo una grande festa per riconsegnare questo luogo alla cittadinanza, ad un territorio martoriato, ad un popolo che oggi ha bisogno di riscatto. Ci sarà una grande manifestazione. Continuiamo così, ci crediamo, non è più un sogno ma una realtà". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La storia della discarica

Il cantiere, atteso da tanto tempo, è partito qualche giorno fa e durerà circa tre mesi, nel corso dei quali saranno effettuati i lavori di drenaggio e copertura finale della discarica, ripristino e riqualificazione dei luoghi che circoscrivono l’ex sversatoio e, non meno importati, saranno realizzate opere di urbanizzazione dell’itera area. Restituendo finalmente alla comunità di Montecorvino Pugliano una porzione di territorio oggetto di sversamento e di inquinamento. L’importo complessivo dei lavori ammonta a circa 7,5 milioni di euro. La discarica di Parapoti è stata realizzata nel 1995 in un ex cava di argilla a seguito di un’ordinanza del Commissario Straordinario di Governo per l’Emergenza rifiuti in Campania. Il sito si estende su una superficie totale di circa 100 mila metri quadrati e negli anni sono stati conferiti circa 2 milioni di tonnellate di rifiuti.  La discarica ha iniziato ad accogliere rifiuti da oltre 40 Comuni consorziati e non, da ditte autorizzate allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e fanghi provenienti da impianti di depurazione dal 1996 al 2001. Negli anni successivi, nel 2004 e nel 2007, la discarica è stata riaperta per brevi periodi a causa di ulteriori situazioni emergenziali.  Sempre nell’anno 2007 lo sversatoio viene definitivamente chiuso e si avviano le lunghe procedure volte alla redazione di un progetto definitivo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento