menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montecorvino Pugliano, smantellata centrale di smontaggio di auto rubate

Irruzione dei carabinieri in un'officina, sequestrato materiale peer 100mila euro. In manette un 54enne di Bellizzi e un 49enne di San Gregorio

Alle prime luci dell’alba di oggi i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Battipaglia, diretti dal tenente Gianluca Giglio, hanno fatto irruzione all’interno di un autofficina nelle campagne di Montecorvino Pugliano. L'obiettivo, grazie ad una pressante attività di pedinamento di alcune persone sospettate di essere specializzate in furti di autovetture, era stato ritenuto dai Carabinieri come una possibile centrale di “lavorazione” delle autovetture rubate. All'interno dell'autofficina sono state trovate due persone, il titolare ed un aiutante, sorpresi proprio mentre erano intenti a sostituire le targhe di una Fiat Panda nuovo tipo, provento di furto consumato nella mattinata di ieri in danno di un 48enne di Cava de’ Tirreni, con quelle di altra autovettura risultata già radiata dalla circolazione.

All’interno dell'officina, perquisita a fondo da una decina di carabinieri, è stata rinvenuta anche una Renault Clio rubata a Salerno qualche giorno fa e sulla quale erano state già montate le targhe di altra autovettura radiata dalla circolazione, ed ancora: portiere laterali; portelloni posteriori; cofani motore; tetti panoramici; paraurti anteriori e posteriori; cruscotti completi; cerchi in lega; sedili anteriori; motori completi ed altro vario materiale di carrozzeria e meccanico, il tutto ricavato dallo smontaggio di almeno nove autovetture di grossa cilindrata e di varie marche (in particolare Mercedes ed Audi). La perquisizione ha portato anche al ritrovamento di una centralina elettronica opportunamente modificata per la messa in moto delle auto e la neutralizzazione dei sistemi antifurto e di rilevamento satellitare del veicolo.

Le due autovetture, del valore di circa 30.000 euro, sono state restituite ai legittimi proprietari, mentre il rimanente materiale, per un valore approssimativo che supera i 100.000 euro, è stato sottoposto a sequestro in attesa dell’esito degli accertamenti circa l'esatta provenienza, comunque sicuramente riconducibile allo smontaggio di altre autovetture oggetto di furto. Le due persone trovate all’interno - N. I. 54 enne di Bellizzi già noto ai Carabinieri per reati specifici ed il suo aiutante G.F. 49 enne da San Gregorio Magno, incensurato - sono state arrestate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento