menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autista della Sita minacciato con una pistola, la denuncia dei sindacati

La vittima, dipendente della società che effettua il trasporto per conto dell'azienda, era nel pieno svolgimento del proprio turno di lavoro. E' accaduto in una frazione di Montecorvino Pugliano

Un autista della Sita è stato minacciato da un giovane con una pistola. Lo denunciano le sigle sindacali e provinciali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, mostrando sdegno e preoccupazione per l'episodio, registrato lo scorso otto gennaio. La vittima, dipendente della società che effettua il trasporto per conto dell'azienda, era nel pieno svolgimento del proprio turno di lavoro

Il fatto

Ad agire un ragazzo di 25 anni, che dopo aver insultato il lavoratore per futili motivi, nel momento in cui il bus aveva raggiunto S.Tecla, località nel comune di Montecorvino Pugliano, ha estratto una pistola dai pantaloni, puntandola verso l'autista. Conseguenze peggiori sarebbero state evitate grazi all'intervento di una terza persona. L'episodio è stato denunciato alle forze dell'ordine

I sindacati: "Episodi inaccettabili"

 Si tratta solo dell’ultimo episodio, insieme ai casi di bottiglie di vetro rotte, coltelli estratti dalle tasche e messi ben in evidenza, coltellate subite che hanno fatto rischiare la vita ai lavoratori, senza dimenticare gli innumerevoli micro episodi di aggressioni e discussioni di ogni genere. Tutto questo accade, con una frequenza inaccettabile, a carico di autisti di autobus e verificatori titoli di viaggio; fatti che il più delle volte passano nella dimenticanza. Premesso che nel contempo cresce la preoccupazione e la paura tra il personale viaggiante e che tali episodi sono in continuo aumento, si ritiene necessario un urgente intervento risolutivo atto a tutelare l’incolumità di tutti gli interessati. La sicurezza deve essere vista come un’assoluta necessita e non come un costo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento