Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Dolore al "Genovesi": Annachiara non ce l'ha fatta. La storia della splendida adolescente

Il cordoglio del Ragioneria per la scomparsa della splendida adolescente. La docente Pina Baldi: "Era una ragazza eccezionale"

Sorridente, intelligente, vivace: in una sola parola straordinaria. Così ricorderanno per sempre la giovanissima Annachiara Esposito, amici, familiari, docenti e compagni di scuola che, questa mattina, hanno presenziato il funerale della studentessa dell'istituto Genovesi di Salerno, presso la chiesa di Capezzano, Comune dove risiedeva la ragazza.

A raccontare la sua storia, la docente Pina Baldi, responsabile dello sportello d'ascolto del Genovesi che ne ha seguito il percorso. "Annachiara era una ragazza timida ed educata - racconta la professoressa  - Al secondo anno delle superiori, scoprì di avere la leucemia: da allora iniziò un periodo nero per lei e la sua famiglia. Annachiara, infatti, per ragioni immunitarie, ha dovuto frequentare il terzo, come il quarto anno di studi, on-line, attraverso il progetto ministeriale Scuola in Ospedale, cui il nostro istituto ha immediatamente aderito per permetterle di conseguire il diploma".

Nel gennaio del 2011, intanto, la giovane fu operata per il trapianto del midollo, al quale, inizialmente, pareva che il suo fisico avesse risposto bene, tanto che nella primavera dello scorso anno tornò tra i banchi di scuola, festeggiando con gli amici il suo 18° compleanno, con il cuore ricolmo di speranza per la guarigione. In realtà, in estate, le sue condizioni di salute si sono nuovamente aggravate, tanto che, sin da settembre, Annachiara non ha potuto più frequentare il Genovesi, ma è dovuta ricorrere ad una nuova piattaforma multimediale messa a disposizione dalla scuola, sensibile alla delicata situazione della ragazza.

E' spirata ieri, purtroppo, la salernitana residente a Capezzano, lasciando un vuoto incolmabile a chiunque abbia avuto la fortuna di incrociare il suo cammino. Del suo sorriso e della sua forza interiore, più volte riconosciuta e, perfino premiata all'ospedale Pausilipon di Napoli, dove è stata ricoverata, nessuno perderà mai memoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolore al "Genovesi": Annachiara non ce l'ha fatta. La storia della splendida adolescente

SalernoToday è in caricamento