rotate-mobile
Cronaca Montecorvino Pugliano

Travolta e uccisa sull'A2 dall'attore Diele: l'uomo era sotto effetto di droga

E' anche emerso che Diele non potesse guidare, in quanto la sua patente era stata sospesa per un precedente problema di uso di stupefacenti

E' stato l'attore Domenico Diele ad investire e uccidere Ilaria Dilillo, la 48 enne rimasta vittima dell'incidente stradale avvenuto nei pressi dell’uscita autostradale di Montecorvino Pugliano. L’attore, senese di origini, ma che da tempo viveva Roma, volto emergente del cinema e della fiction che ha recitato anche in ‘Don Matteo’ e ‘1992’, si trovava nel salernitano per le riprese del film ‘Una vita spericolata’ del regista Marco Ponti.

L'attore era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: intorno alle 2 di venerdì notte, la 48enne stava tornando a casa in sella al suo scooter, quando l'auto guidata da Diele l’ha violentemente tamponata, facendola cadere al suolo. Per lei non c'è stato nulla da fare. Subito dopo l’incidente, il conducente è stato portato all’ospedale di Salerno per gli accertamenti, risultando positivo sia ai cannabinoidi che agli oppiacei. E’ anche emerso che Diele non potesse guidare, in quanto la sua patente era stata sospesa per un precedente problema di uso di stupefacenti. L'attore, dunque, è stato arrestato dalla Polizia stradale di Eboli con l’accusa di omicidio stradale aggravato, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. La salma della signora Dilillo, donna solare che lavorava in uno studio legale, invece, è stata riconsegnata ai familiari dopo l’esame esterno. Distrutto il padre della donna, da poco vedovo, e chiunque conosceva e voleva bene a Ilaria. I funerali della 48enne si terranno oggi, alle 16.30, presso la chiesa del Volto Santo, a Pastena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolta e uccisa sull'A2 dall'attore Diele: l'uomo era sotto effetto di droga

SalernoToday è in caricamento