rotate-mobile
Cronaca

Salerno piange la "compagna" Margaret Cittadino, storica dirigente della Cgil

Attualmente era coordinatrice dell’Assemblea Cittadinanzattiva e del Tribunale per i diritti del malato del Ruggi d’Aragona

Lutto nel mondo sindacale e della sanità salernitana. Oggi, infatti, è spirata Margaret Cittadino, 70 anni, storica dirigente sindacale della Cgil e attualmente coordinatrice dell’Assemblea Cittadinanzattiva e del Tribunale per i diritti del malato del Ruggi d’Aragona. Una vera combattente che, nel corso della sua attività, ha vinto numerose battaglie sindacali e che fino all'ultimo ha resistito anche alla malattia. Lascia il marito Franco, i figli Massimiliano, Paolo, Luisa e Margot. 

Il cordoglio

La camera ardente è stata allestita presso la Casa del Commiato San Leonardo del Cavaliere Antonio Guariglia in via San Leonardo numero 108, dove sarà consentito l'ultimo saluto a Margaret fino alle 23 di domani domenica 9 giugno 2024.  

Le reazioni 

Il ricordo del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli: "Esprimo profondo cordoglio mio personale e della Civica Amministrazione per la morte di Margaret Cittadino. Una donna generosa, appassionata, competente, coraggiosa che ha servito per tutta la vita la nostra comunità. La sua attività politica e sindacale è stata un prezioso punto di riferimento per la tutela dei diritti, la solidarietà verso i più deboli ed emarginati, la lotta alle ingiustizie. Margaret con il suo carisma riusciva a coinvolgere ed a mobilitare. Anche in campo sindacale si è spesa fino all'ultima energia per la qualità del servizio ed i diritti di pazienti e lavoratori. Ai familiari, amici e compagni un abbraccio solidale nel ricordo di una persona speciale. Addio Margaret". 

Addolorato il segretario provinciale della Cgil Fp Antonio Capezzuto: “La notizia della scomparsa di Margaret Cittadino oggi addolora una intera comunità. Margaret è stata una donna straordinaria che ha dedicato la sua esistenza alla difesa dei diritti dei lavoratori e dei malati, a difesa dell’universalità della sanità pubblica. Margaret è stata un faro di speranza per molti, un esempio di impegno e dedizione. La sua lunga militanza sindacale all’interno della Funzione Pubblica CGIL e nella CGIL confederale ha lasciato un’impronta indelebile. Ha lottato fino all’ultimo respiro per condizioni di lavoro dignitose, per la giustizia sociale e per una sanità accessibile a tutti. La sua passione e la sua determinazione ha ispirato generazioni di attivisti e lavoratori. Margaret non si è mai tirata indietro di fronte alle sfide. Ha affrontato le difficoltà con coraggio e ha sempre cercato e proposto soluzioni. La sua voce si è levata contro le ingiustizie, i tagli al sistema sanitario e le carenze di personale. Ha lavorato instancabilmente per garantire che ogni cittadino avesse accesso a cure di qualità. Oggi, mentre diciamo addio a Margaret, la ricordiamo con gratitudine e riconoscenza. Il suo spirito combattivo e la sua dedizione rimarranno sempre nei nostri cuori. Continueremo a portare avanti la sua eredità, impegnandoci per un mondo più giusto e solidale. Addio, cara Margaret, riposa in pace”

Il messaggio dell’associazione Memoria in Movimento: “Sindacalista forte e determinata, comunista, donna seria che con il tuo esempio ed il tuo incessante lavoro, senza mai scadere nella retorica e nella banalità hai permesso a tante donne e uomini di lavorare con dignità, di sperare in un futuro migliore, sentendosi tutelati ed ascoltati. Sempre. Hai incarnato i valori in cui crediamo, che non hanno bandiera, se non quella degli ultimi. La nostra associazione, il movimento sindacale e operai salernitano, la città intera con la tua scomparsa perdono un ulteriore punto di riferimento. Un baluardo per la difesa della democrazia e del protagonismo sociale degli ultimi. Ci mancherai. Ciao Margaret".

Il cordoglio del Nursind Salerno: "Con profondo dolore, il Nursind Salerno si unisce al cordoglio per la scomparsa della storica sindacalista Margaret Cittadino. Ricorderemo sempre Margaret non solo per il suo instancabile impegno nella difesa dei diritti dei lavoratori, ma anche per il segno indelebile che ha lasciato nel cuore di chi l'ha conosciuta. Margaret è stata una figura di riferimento, dedicando la sua vita alla Cgil e al Tribunale dei Diritti del Malato, sempre con una straordinaria empatia e rispetto per il prossimo. Il suo operato è un esempio luminoso per le nuove generazioni di sindacalisti, mostrando come l'azione sindacale debba essere rivolta all'interesse dei lavoratori e non alle proprie convinzioni personali o agli interessi di parte. Noi del Nursind Salerno vogliamo ricordare Margaret per la sua grinta, il suo eterno sorriso e la bontà che traspariva in ogni sua azione. La sua passione e dedizione rimarranno per sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti, un faro di speranza e giustizia per tutti noi. Ciao Margaret, riposa in pace. Veglia su di noi da lassù, dove, siamo certi, continuerai a far sentire la tua voce anche con il Supremo".

Il sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante: "Grande dolore per la scomparsa di Margaret, sindacalista coraggiosa e protagonista di mille battaglie nell’ambito della sanità salernitana dove da sempre ha operato. Competente, intelligente , intellettualmente onesta, sempre propositiva a difesa del migliore servizio sanitario pubblico. Una grande persona con la quale ho condiviso, in autentica amicizia soprattutto nel mio ruolo di consigliere regionale, tante battaglie per migliorare il servizio sanitario e renderlo fruibile a tutti. Piangiamo oggi la scomparsa di una grande salernitana che, fino all’ultimo, ha dedicato la sua vita ai più indifesi“.

Il consigliere regionale della Lega Aurelio Tommasetti: "La notizia della morte di Margaret Cittadino mi ha profondamente colpito. Pur con le rispettive idee politiche, da fronti e prospettive diverse, abbiamo condiviso la battaglia in difesa della sanità pubblica salernitana. Ricordo il grande rispetto istituzionale all’epoca in cui rivestivo il ruolo di Rettore a Unisa e lei, da sindacalista, si batteva per l’Azienda ospedaliera universitaria. Non dimentico inoltre la sua presenza alle iniziative sul Ruggi che ho organizzato insieme all’associazione “Libertà e diritti”, non ultima quella a Salerno con il professor Severino Iesu. Ai suoi cari giunga la mia vicinanza e il mio abbraccio nel momento del dolore”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno piange la "compagna" Margaret Cittadino, storica dirigente della Cgil

SalernoToday è in caricamento