Battipaglia, muore sul lavoro a 62 anni: l'ira della Cgil

Un bracciante agricolo di 62 anni, a Battipaglia, è morto dopo essere stato travolto da rotoli di pellicola di plastica utilizzati per la costruzione delle serre

Un'altra morte sul lavoro: ha perso la vita, infatti, un bracciante agricolo di 62 anni, a Battipaglia, dopo essere stato travolto da rotoli di pellicola di plastica utilizzati per la costruzione delle serre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nota della Cgil

“L’agricoltura, insieme all’edilizia si confermano i settori a più alto rischio di incidenti mortali. Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla famiglia e chiediamo che venga fatta al più presto luce sulle dinamiche dell’incidente per individuare prontamente le responsabilità”, scrivono dalla Cgil. Dolore e amarezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

  • Blitz antidroga a Scafati: 23 persone in carcere, 13 ai domiciliari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento