Morte Chirichella, indagini per far luce sul decesso dell'assassino di Violeta

Il 48enne sarebbe stato affetto da una grave cardiopatia e necessitava di farmaci e cure che, secondo i familiari, non sarebbero state effettuate in carcere

Morì nel carcere di Foggia, lo scorso febbraio, Gimino Chirichella, il 48enne di Sala Consilina accusato dell’omicidio della compagna Violeta Mihaela Senchiu. Per comprendere le cause dell'improvviso decesso, i familiari hanno sporto denuncia presso la Procura della Repubblica di Foggia.

I dubbi

Il 48enne sarebbe stato affetto da una grave cardiopatia e necessitava di farmaci e cure che, secondo i familiari, non sarebbero state effettuate in carcere. Accertamenti in corso, dunque, per far luce sulla morte dell'uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento