menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presunto caso di malasanità a Cava, cardiologo rinviato a giudizio

Le indagini proseguono per far luce sul caso costato la vita alla 74enne Maria Baldi: il processo inizierà il 26 gennaio

Diagnosi sbagliata e un intervento di colecisti: è finito nei guai un cardiologo dell’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, dopo la morte di Maria Baldi, 74 anni, morta il 13 novembre del 2014 dopo un “finto intervento alla colecisti” per un infarto al miocardio del quale i medici non si erano accorti.

Il giudice per le udienze preliminari, Alfonso Scermino, ha rinviato a giudizio con l’accusa di omicidio colposo, G. A., il cardiologo in servizio al Santa Maria dell’Olmo che visitò la donna e non diagnosticò l’infarto in corso. Le indagini proseguono per far luce sul caso costato la vita alla 74enne: il processo inizierà il 26 gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento