rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza Concordia

Sergio Rossi, l'autopsia evidenzia ferita da corpo contundente

L'esame autoptico effettuato sul corpo dell'uomo ha evidenziato che la ferita sarebbe stata causata da un corpo contundente, forse un martello. Oggi i funerali a Corleto Monforte

Sergio Rossi ferito da una martellata: questa l'ipotesi degli investigatori al termine dell'autopsia sulla salma del 64enne morto al Ruggi dopo sei giorni di coma. Lo riporta il quotidiano la Città di Salerno. L'uomo, secondo l'esame autoptico, è stato ferito da un corpo contundente, probabilmente un martello. Sarebbe quindi esclusa l'ipotesi di una caduta accidentale. L'uomo era stato notato a terra, venerdì 28 settembre in tarda serata, da un passante nei pressi dei portici di piazza della Concordia. Immediatamente era scattato l'allarme e l'uomo era stato portato in ospedale dove era stata evidenziata una ferita alla testa. L'uomo è purtroppo morto dopo sei giorni di coma e l'autopsia ha evidenziato che la ferita alla testa sarebbe stata causata da un corpo contundente. In giornata si terranno, a Corleto Monforte, paese d'origine dell'uomo, i funerali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sergio Rossi, l'autopsia evidenzia ferita da corpo contundente

SalernoToday è in caricamento