menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto in carcere nella notte di Natale: due indagati, fissati i funerali

Pare che l'uomo avesse dei malori nei giorni precedenti la morte. I familiari hanno sporto denuncia segnalando la presenza di alcuni lividi sul corpo e un grumo di sangue sul labbro del detenuto

Verranno celebrati domani mattina alle 11, presso la chiesa di Matierno, i funerali di Alessandro Landi, il 36enne spirato nella casa circondariale di Salerno nella notte tra Natale e Santo Stefano. Per il suo decesso sono stati iscritti sul registro degli indagati i due medici dell’Asl G.B. 33 anni di Battipaglia e N.C. 33 anni di Pagani, entrambi di guardia al carcere di Fuorni. Spetta ora alla magistratura verificare se nel loro operato vi siano responsabilità o se ci siano stati ritardi o omissioni nelle cure e nei soccorsi. 

Pare che l'uomo avesse dei malori nei giorni precedenti a quello della morte. I familiari hanno sporto denuncia segnalando la presenza di alcuni lividi sul corpo e un grumo di sangue sul labbro del detenuto: con la consulenza di un perito, sarà possibile stabilire le cause esatte del dramma. Landi era un padre di famiglia, alla sua prima esperienza detentiva, da tre mesi, a seguito dell'arresto scattato nell’ambito dell'operazione dell’antimafia denominata “Italo” che, attraverso l’emissione di 62 misure cautelari, sgominò cinque gruppi criminali dediti alle rapine e allo spaccio di droga. Landi doveva rispondere delle accuse di sfruttamento della prostituzione, aggravato dallo stato di necessità della vittima, dipendente da sostanze stupefacenti. A Fuorni faceva parte del gruppo dei detenuti-lavoratori, in qualità di idraulico. L’uomo, in base alla prima ricostruzione, intorno alle 2 della notte tra il 25 e il 26 dicembre, sarebbe andato alla toilette, e qui il suo cuore avrebbe smesso di battere. Dopo l’autopsia di oggi, la salma sarà liberata, dunque, per il rito funebre di domani mattina officiato dal parroco di Matierno, don Marco Raimondo.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento