menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Interno ospedale (foto d'archivio)

Interno ospedale (foto d'archivio)

Morto il bimbo inglese colpito da shock anafilattico: 3 indagati

I Nas hanno prelevato dal ristorante di Scala un campione degli scialatielli mangiati dal bambino: nell'impasto, proteine del latte a cui il piccolo era allergico. I genitori, infatti, avrebbero chiesto di servirgli il piatto senza formaggio

Non ce l'ha fatta il bimbo inglese di soli 7 anni colpito da uno shok anafilattico dopo aver mangiato pasta al pomodoro in un ristorante di Scala, in Costiera. E' morto ieri nel reparto di rianimazione pediatrica dell'ospedale Santobono di Napoli, dove era ricoverato dal 27 ottobre. Il bimbo era in vacanza a Sorrento e, dopo aver pranzato nella cittadina della Costiera, è stato improvvisamente colto da malore, andando in arresto cardiaco. E' stato trasferito dall'ospedale Costa d'Amalfi a quello di Napoli.

Il piccolo aveva una grave intolleranza alimentare e, per questo, durante il pranzo, pare che uno dei genitori avesse chiesto di servirgli una pasta al pomodoro senza formaggio o mozzarella. La procura ha aperto un'inchiesta: come riporta Il Vescovado, i Nas hanno prelevato dal ristorante di Scala un campione di quella partita congelata di scialatielli fatti a mano - la stessa servita il giorno precedente - per sottoporlo ad analisi. Nell'impasto è risultata, come si prevedeva, la presenza di proteine del latte. L'ipotesi di reato è, dunque, di omicidio colposo. Notificati tre avvisi di garanzia destinati alla proprietaria del ristorante di Scala, alla responsabile di sala e allo chef.  Con ogni probabilità, sul corpo del piccolo sarà disposto l'esame autoptico. Dolore e rabbia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento