rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Scafati

Operaio di 22 anni muore in un cantiere: le reazioni di sindacalisti e politici

Il dolore del sindaco Aliberti e gli appelli del mondo sindacale

Dopo il tragico incidente sul lavoro, verificatosi oggi a Scafati, in cui ha perso la vita un operaio di 22 anni, arrivano numerose reazioni dalle istituzioni locali e nazionali. "Il lavoro è vita, non può essere morte o dolore. Un pensiero e una preghiera per il giovane, vittima di un incidente sul luogo di lavoro” scrive sui social il sindaco Pasquale Aliberti

Le reazioni

Il sottosegretario al Mit Tullio Ferrante: "Esprimo il mio più sincero cordoglio per la vittima del drammatico incidente sul lavoro avvenuto a Scafati. Una terribile tragedia che scuote il nostro territorio e che deve rafforzare l’impegno delle istituzioni per la tutela dei lavoratori. Occorre investire sempre più sulla sicurezza, per questo il Governo è impegnato a rafforzare i controlli e incentivare le tutele, promuovendo il confronto con le parti sociali e le misure di contrasto e prevenzione. Con l’impegno congiunto delle istituzioni potremo assicurare una diffusione sempre più capillare della cultura della sicurezza. Ai familiari della giovane vittima rivolgo tutta la mia vicinanza e la mia solidarietà”.  

Il segretario generale dell'Ugl Paolo Capone ha espresso il suo cordoglio per l'ennesima vittima sul lavoro: "Una tragica dinamica che purtroppo si ripete troppo spesso. In provincia di Salerno, a Scafati, un giovane operaio ha perso la vita rimanendo ucciso da una lastra d’acciaio. In base alle prime ricostruzioni, era al lavoro con una carrucola che avrebbe perso il carico, travolgendolo. Il ragazzo, di 22 anni, è morto con una dinamica che lascia tutti sotto shock. L’Ugl si stringe alla famiglia e alla comunità della vittima che da oggi deve fare i conti con una perdita dolorosa. Crediamo che sia altresì insopportabile continuare a vedere allungarsi la lista di nomi di persone che hanno perso la vita sul lavoro. Riteniamo che investire sulla formazione alla sicurezza, a qualsiasi livello e fin dalla scuola, sia un modo per arginare il rischio del ripetersi di simili tragedie. L’Ugl chiede altresì di inasprire le sanzioni per tutti coloro che non rispettano o non fanno rispettare le norme di sicurezza pensate per tutelare il diritto al lavoro che deve anche essere diritto alla vita".

Il sindacalista della Cisal Metalmeccanici Nazionale Gigi Vicinanza esprime il suo cordoglio alla famiglia della vittima. "Siamo di fronte all'ennesima tragedia che scuote il mondo del lavoro e la nostra comunità. È inaccettabile che nel 2024 si continui a morire sul lavoro a causa di mancanze nella sicurezza e nella prevenzione. Questo dramma deve spingerci a riflettere e ad agire concretamente per evitare che tali episodi si ripetano".
Di fronte a questa ennesima perdita di una giovane vita, Vicinanza lancia un appello a tutte le organizzazioni sindacali della provincia di Salerno per un confronto serio e urgente. "Chiediamo con forza un tavolo di confronto che coinvolga tutte le parti sociali e le istituzioni competenti per mettere in atto misure concrete e immediate per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro. È necessario un impegno collettivo e deciso per dire basta alle morti sul lavoro” La Cisal Metalmeccanici nazionale ribadisce la necessità di intensificare i controlli e di adottare tutte le precauzioni necessarie per proteggere la vita e la salute dei lavoratori. "Non possiamo più tollerare che la vita dei nostri lavoratori sia messa a rischio. Ogni incidente è una sconfitta per tutta la società. Dobbiamo lavorare insieme per creare un ambiente di lavoro sicuro e dignitoso per tutti”.

«Piangiamo un altro figlio – commenta il segretario generale della Cgil Salerno Antonio Apadula - Lo facciamo senza più lacrime. C’è dolore e c’è rabbia. Questo ragazzo giovanissimo questa mattina è uscito di casa per andare a lavoro. Stasera tornerà a casa in una bara. A quante scene come questa dobbiamo ancora assistere affinché in questo Paese, da nord a sud, cambino le regole e venga garantita sicurezza nei luoghi di lavoro? È una mattanza, un lutto continuo. 
Ci stringiamo al dolore della famiglia di questo giovane ucciso sul lavoro con la complicità di quanti tacciono davanti all’assenza di regole precise che possono azzerare queste tragedie che quasi mai derivano da una incontrollabile fatalità. Lo Stato ci dica se c’è e da che parte sta». "Un altro decesso prematuro che andrà ad ingrossare le statistiche fredde e asettiche di morti impunite senza che nessuno paghi per questi “omicidi”. Mille e quarantuno sono i morti dello scorso anno – spiega sgretario generale Cgil Fillea Luca Daniele - Dall’inizio di quest’anno sembra che l’incidenza dei casi sia ancora maggiore. Appalti, subappalti, nessuna regola precisa, poche norme rispettate. Stiamo chiedendo a gran voce e da anni una maggiore tutela dei diritti dei lavoratori, a partire dalla sicurezza, passando per il contrasto al lavoro precario e senza tutele, fino alla richiesta di assunzione di almeno 10mila nuovi ispettori del lavoro. La politica adesso è tenuta a dare un segnale chiaro e forte se vuole sperare di potersi definire ancora un Paese civile".

“Ennesima tragedia sul lavoro, il tema della sicurezza non è più rinviabile”: così il coordinamento cittadino di Noi Moderati Scafati, guidato da Amedeo Auriemma, unitamente al delegato alla sicurezza Antonio Sorrentino. “Occorre aumentare la prevenzione, non le leggi e bisogna puntare sulla formazione e i controlli che devono essere assolutamente rigorosi”, ha dichiarato Auriemma. Sulla stessa linea anche Sorrentino: “Bisogna entrare nelle aziende, le ditte, incontrare i titolari e i dipendenti e mettere le basi per una formazione a 360 gradi. A questo, associare controlli estremamente rigorosi sui cantieri ed è forse l’unico modo per provare a debellare la tragedia delle morti bianche”. Quando si parla di sicurezza non si può trascurare l’aspetto sanitario: “l’ospedale Mauro Scarlato non può restare ancora chiuso, il pronto soccorso è una necessità, Come già contestato subito dopo aver preso visione dell’atto aziendale Noi Moderati resta fermamente decisa a continuare la sua battaglia per mantenere alta l’attenzione sul nostro presidio ospedaliero. Dopo il trasferimento, già contestato, dei sei Oss, ora si abbatte l’ennesima mannaia: il trasferimento di dieci unità infermieristiche presso l’ospedale di Nocera - ha aggiunto Auriemma - Atti scellerati che continuano a mortificare l’intera cittadina. Come segretario cittadino, con delega alla Sanità continuerò a Vigilare e ad informare i miei concittadini sullo scempio che la Regione Campania continua a perpetrare con inaugurazioni di reparti fantasma ed inutili tagli di nastro, negando il diritto alla salute ai cittadini di Scafati.

"Una tragica giornata di lavoro. A Salerno un operaio di soli 22 anni è morto in un incidente sul lavoro. L'ennesima tragedia che aumenta la lunga scia di sangue che ogni anno semina dolore e rabbia nei cantieri di tutta Italia. Il lavoro deve essere prima di tutto sicuro. Sulla sicurezza si deve investire mentre spesso è proprio qui che si cerca il risparmio". Lo afferma il segretario del Psi Enzo Maraio, capolista nel collegio meridionale della Lista Stati Uniti d'Europa: "Mancano regole adeguate e manca chi quelle regole le fa rispettare. Le statistiche dell'Inail ci parlano di 1041 morti sul lavoro nel 2023, un numero insopportabile. Il governo deve al più presto aprire un tavolo tra politica, mondo delle imprese e sindacati per trovare insieme le soluzioni possibili, a cominciare da regole nuove nella gestione degli appalti". 

Il deputato del Pd Piero De Luca: "Rivolgiamo la massima vicinanza e cordoglio alle famiglia del giovane operaio vittima di un grave incidente sul lavoro a Scafati. Un'altra tragedia inaccettabile che si aggiunge al tragico bollettino quotidiano, quello delle morti sul lavoro. La sicurezza sul lavoro dev'essere una priorità assoluta per l'intero Paese, del governo, della politica e di tutte le istituzioni competenti. Non possiamo più tollerare questa strage continua”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio di 22 anni muore in un cantiere: le reazioni di sindacalisti e politici

SalernoToday è in caricamento