menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Detenuto salernitano muore a Sulmona: donati gli organi

I familiari di Pellegrino Cataldo, 68 anni, giunti da Salerno, decidono di rispettare la sua volontà. L'uomo doveva scontare gli ultimi anni di reclusione a seguito di una condanna a 30 anni

E’ deceduto venerdì scorso Pellegrino Cataldo, 68 anni, originario della provincia di Salerno e rinchiuso da tempo nel carcere di Sulmona a seguito di una condanna a 30 anni, di cui 26 già scontati. L’uomo è spirato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale "Peligno", dov’era ricoverato da diversi giorni a causa di una grave emorragia cerebrale, non operabile, che non gli ha lasciato scampo.

Il gesto

Prima di morire, Cataldo ha lasciato detto ai familiari, accorsi da Salerno, di donare i suoi organi. E così gli sono stati prelevati il fegato e le cornee che sono state affidate alla Banca degli occhi dell’ospedale “San Salvatore” dell’Aquila. Un gesto di straordinaria solidarietà che assume il valore di un riscatto umano e civile per i reati commessi in vita. Cataldo, grazie ai benefici della buona condotta, sarebbe uscito prima della scadenza della pena (fissata nel 2022) che gli era stata inflitta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento