rotate-mobile
Cronaca

Assembrati, senza mascherina e senza distanza: così i più giovani rischiano di far tornare la zona rossa

Non sono i titolari dei locali, bensì i clienti. Quelli più giovani, in particolare, a non rispettare le regole e far inevitabilmente proliferare il virus

Assembrati sui marciapiedi, tra le mani bicchieri o bottiglie, rigorosamente senza mascherina. Auto in doppia e tripla fila e traffico paralizzato con gruppi di giovanissimi intenti a girovagare senza alcun distanziamento, nè precauzione anti-contagio. Sembra che il Covid sia sparito dalla testa di molti giovani che, questa sera, in barba al coprifuoco, hanno riprodotto uno dei sabati di Luci d'Artista, in via Roma, dimenticando le migliaia di contagi e i drammatici numeri dei decessi prodotti dal virus.

Movida in zona gialla/le foto/1 maggio 2021

Surreale, il clima al centro di Salerno che riporta alla mente anche i sabati estivi pre-Covid, ma che, nei fatti, incarna pericolosissimi rischi per la comunità tutta. Addirittura c'è stato chi scambiava con gli amici bottiglie e bicchieri per sorseggiare alcol. Senza rispetto per chi si trova negli ospedali pieni. Senza rispetto per la propria e l'altrui salute. Demoralizzante, immaginare come tali comportamenti possano rischiare di far riesplodere il contagio nei mesi estivi. A pagare l'incoscienza dei più giovani, in primis, proprio i gestori dei locali che, nel caso in cui dovesse cambiare il colore della zona, sarebbero costretti nuovamente a ridurre il servizio all'asporto. Ennesima, quanto mai probabile, doccia gelata, questa, figlia dell'incapacità, da parte di innumerevoli giovani, di rispettare le ormai risapute norme anti-Covid: indossare la mascherina, igienizzarsi le mani e mantenere il distanziamento sociale. Non resta che sperare in controlli più rigidi, dunque, per tentare di salvare i prossimi mesi da lockdown e restrizioni eventualmente obbligate, in caso di nuovi picchi di casi. Tanta, anzi troppa amarezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembrati, senza mascherina e senza distanza: così i più giovani rischiano di far tornare la zona rossa

SalernoToday è in caricamento