Discoteche non a norma: scattano due chiusure nella movida cavese

In uno dei locali,è stato disposto il sequestro penale di alimenti, stipati in cattivo stato di conservazione, oltre alla chiusura immediata del laboratorio cucina a causa delle gravi criticità igienico-sanitarie e strutturali rilevate

Erano in 450, ma sarebbero dovuti essere 105, gli ospiti in una delle discoteche finite nel mirino dei carabinieri del Nas. C'è stato un nuovo blitz a Cava  de’ Tirreni: due le discoteche passate al setaccio. Nel locale che ha superato il numero degli ospiti consentito, sono scattati i sigilli per le violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e di pericolo per la pubblica incolumità. Nel corso dei controlli, è stato disposto il sequestro penale di alimenti, stipati in cattivo stato di conservazione, oltre alla chiusura immediata del  laboratorio cucina a causa delle gravi criticità igienico-sanitarie e strutturali rilevate.

Le verifiche

Nel secondo locale controllato, dopo le verifiche incrociate di Nas-Asl-vigili del fuoco, è stata disposta la chiusura ad horas della cucina adibita a preparazione di pasti, anche qui per gravi criticità igienico-sanitarie e strutturali. Circa le posizioni dei dipendenti: dei 21 lavoratori verificati, uno in servizio è risultato irregolare, in quanto non assicurato. Il monitoraggio prosegue.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento