menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Neonata uccisa a Roccapiemonte: confermato l’arresto per la madre, liberato il padre

La donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere, mentre il marito ha raccontato la sua versione dei fatti rispondendo a tutte le domande del giudice. Oggi i funerali presieduti dal vescovo

Il Gip del Tribunale di Nocera Inferiore, al termine dell’udienza di convalida, ha confermato l’arresto per la madre della neonata uccisa subito dopo il parto a Roccapiemonte; mentre ha rimesso in libertà il marito. Per la donna, quando sarà dimessa dall’ospedale “Umberto I” dov’è tuttora ricoverata, si apriranno le porte del carcere.

Le indagini

La donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere, mentre il marito ha raccontato la sua versione dei fatti rispondendo a tutte le domande del giudice. L’uomo, in particolare, ha fornito elementi utili alla sua difesa esponendo la sua ricostruzione su quanto accaduto il giorno della tragedia e anche in quelli precedenti. Per questo il Gip non lo ha ritenuto colpevole dell’accusa di omicidio, in ragione dell'attuale carenza di elementi indiziari nei suoi confronti. La piccola, dunque, sarebbe stata uccisa dalla madre. Intanto, l’autopsia avrebbe confermato che la neonata sarebbe deceduta a causa del trauma cranico riportato dopo essere stata lanciata dalla finestra. Le indagini proseguono per chiarire alcuni punti ancora oscuri come il giorno esatto del parto della donna, i motivi che l’avrebbero spinta a compiere il folle gesto ed altri approfondimenti di natura tecnico-scientifica che emergeranno quando sarà depositata l’autopsia.

I funerali

Dolore, questa mattina, nella chiesa di “San Giovanni Battista” di Roccapiemonte, dove sono state celebrate le esequie della neonata. A presiedere la cerimonia è stato il vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno, monsignor Giuseppe Giudice, il quale più volte si è rivolto alla bara bianca dando alla piccola il nome di Maria, come la madre di Gesù. Presenti all’incontro anche alcuni familiari, il sindaco Carmine Pagano e diversi cittadini che hanno voluto dare l’ultimo saluto alla piccola. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento