Cronaca

"Netturbini al bar per soccorrere un collega": la Fiadel fa chiarezza

La replica del segretario Angelo Rispoli: "I lavoratori sospesi sono due e non tre. Il terzo era presente altrove. Uno dei due sospesi si era sentito male e il collega l'ha soccorso. Non c'è stato alcuno sconto né un trattamento di favore"

Angelo Rispoli, segretario generale della Fiadel Salerno, fa chiarezza sui provvedimenti adottati per alcuni netturbini di Salerno sorpresi al bar. "Un polverone, un vero e proprio caso - commenta Rispoli - è stato detto che i netturbini al bar erano stati graziati dai colleghi. Per i provvedimenti disciplinari delle maestranze, abbiamo atteso alcuni giorni confidando in precisazioni che non sono pervenute. Per questo motivo, la Fiadel provinciale fa chiarezza, spinta dall'amore per la verità e dalla necessità di tutelare l'immagine di onesti lavoratori che fanno il loro dovere".

La ricostruzione

"I lavoratori per i quali è stata chiesta la sospensione erano tre e non due - precisa Rispoli - Uno di loro, infatti, è stato subito scagionato perché presente altrove. Aveva forse la grave colpa di essere il fratello di uno dei due lavoratori poi sospesi. Il dirigente del Comune di Salerno, inoltre, non li ha mai ascoltati e questo è in violazione della norma che proponga dei provvedimenti di sospensione prima della commissione. Se li avesse sentiti, infatti, avrebbe appreso la notizia del malore che aveva colpito uno dei lavoratori, potendo così constatarne la completa innocenza. Il dirigente del personale del Comune di Salerno ha ritenuto comunque opportuno sanzionare. Spero che lo abbia fatto non per proteggere il dirigente che ha completamente sbagliato la valurtazione quanto per biasimarli circa la mancata, tempestiva comunicazione alla direzione aziendale. E' assurdo subire questa gogna mediatica quando le cose sono andate diversamente. Peccato che dal Comune di Salerno spesso vengano fuori notizie che fanno solo il male dei lavoratori".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Netturbini al bar per soccorrere un collega": la Fiadel fa chiarezza

SalernoToday è in caricamento