menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Campagna, Roberto Monaco

Il sindaco di Campagna, Roberto Monaco

Campagna non ci sta: Consiglio Comunale sulla questione Fonderie

Il sindaco Monaco, in presidio permanente in area industriale, chiama a raccolta i cittadini, invita all'impegno e alla mobilitazione, a difesa del territorio

"C'è un bene supremo da difendere. Lo dobbiamo fare insieme. Tutti". Sulla pagina facebook "Sindaco di Campagna", il primo cittadino Roberto Monaco fissa le coordinate del consiglio comunale serale che definisce "strategico, fondamentale, perché in ballo c'è il futuro del nostro territorio". Comincerà oggi alle ore 19 e sarà monotematico: da alcuni giorni, com'è noto, Monaco ha lasciato il suo ufficio, a Palazzo di Città, e si è trasferito in presidio permanente nell'area industriale di Campagna, precisamente davanti l'ex fabbrica di mattoni Rdb. Campagna dice no alla delocalizzazione delle Fonderie Pisano, non vuole ospitare nel proprio territorio la nuova sede.

"Campagna è green - tuona il sindaco su facebook - Pur in questo momento di massimo impegno per tutelare il nostro territorio e i nostri cittadini, non trascuriamo il governo della nostra città per migliorarla continuamente. Non a caso, tre delle quattro scuole che sono state efficientate, cioè Galdo, Quadrivio e Vallegrini, hanno iniziato a produrre energia elettrica dai pannelli fotovoltaici, montati grazie ad un finanziamento pubblico ottenuto dall' Amministrazione". Mentre prosegue il botta e risposta sui social con i lavoratori delle Fonderie impegnati ieri nel sit-in all'ingresso del Tribunale e adesso in attesa di sviluppi per quanto riguarda la Cassa Integrazione, prende posizione anche il Comitato Salute e Vita che, presieduto da Lorenzo Forte, ha avanzato la propria proposta "portafoglio" per le Fonderie Pisano.

"Siamo solidali con il sindaco e la comunità perché non si va con la prepotenza in un territorio o comunque con la disinformazione - dichiara Lorenzo Forte - Bisognava spiegare prima ai cittadini che si trattava di impianto nuovo e a norma in una zona industriale. Questo non è stato fatto e la comunità ha tutto il diritto di avanzare dubbi sulle iniziative di chi ha già fatto danni altrove. Noi non siamo contro le Fonderie. Se rispettano la legge, sono industrie come le altre ma devono uscire allo scoperto e spiegare che si tratta di un impianto nuova e a norma. Campagna fa bene a chiedere spiegazioni. Non saremo presenti stasera a Campagna, non presenzieremo al Consiglio Comunale ma è forte l'abbraccio alla popolazione, al sindaco, alla comunità tutta. Esprimiamo solidarietà e chiediamo rispetto per la salute di tutti, così come chiediamo rispetto per il diritto al lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento