menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spiaggia di Santa Teresa, De Luca contestato dagli attivisti del No Traforo

A riportare la calma è stata la Digos che ha allontanato i manifestanti e concesso così al primo cittadino di proseguire con la presentazione del progetto di riqualificazione della storica spiaggia salernitana

Blitz del comitato No Traforo all’apertura del cantiere per la riqualificazione della spiaggia di Santa Teresa. Gli attivisti, che si oppongono alla costruzione delle gallerie che dovranno collegare il porto commerciale al piazzale delle autostrade (Porta Ovest) hanno organizzato una manifestazione di protesta con tanto di striscione. Appena giunto sul posto il sindaco Vincenzo De Luca è stato duramente contestato dagli esponenti del comitato e con uno di essi ha avuto un forte altereco.

A riportare la calma è stata la Digos che ha allontanato i manifestanti e concesso così al primo cittadino di proseguire con la presentazione del progetto di riqualificazione della storica spiaggia salernitana. "Con questi lavori andiamo a costruire un altro pezzo della città europea" ha esordito De Luca. L’impostazione progettuale tiene conto delle geometrie del lungomare e di piazza della Libertà integrandole per creare continuità tra i due spazi urbani. La spiaggia è attrezzata con una serie di servizi minimi: servizi igienici, docce, fontanine, raccoglitori capienti per la raccolta differenziata dei rifiuti e piccoli cestini.

"La spiaggia già si è allungata di 30 metri da quando abbiamo realizzato il molo di contenimento per la protezione della stessa. E, confermo, che rimarrà pubblica. E' il primo pezzo - ha spiegato De Luca - della realizzazione di una spiaggia davanti a tutto il litorale fino a Pontecagnano".Inoltre l'arenile è stato concepito come un possibile nuovo punto di aggregazione di giovani, che decidono di trascorrere in compagnia i momenti di svago. Per questo l'area sarà servita di un "access point" in grado di permettere la connessione alle rete internet. Sarà possibile praticare alcuni sport, come il beach soccer e il beach volley.

"Puntiamo a finire tutto prima della prossima stagione balneare e quindi entro la prossima primavera. Sarà un piccolo gioiello che avrà anche piccoli gruppi di palme a mare, un inserimento gradevole dal punto di vista ambientale. E soprattutto - ha concluso il sindaco - ci saranno tantissimi servizi per i bagnanti salernitani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento