menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sparò contro persone e negozi: condanna definitiva per il nocerino Luca Criscuolo

I giudici della Corte di Cassazione hanno confermato la pena a cinque anni di reclusione, già patteggiata, respingendo il ricorso della difesa

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna, 5 anni di reclusione con patteggiamento, per Luca Criscuolo, il 28enne di Nocera Inferiore accusato di tentato duplice omicidio, danneggiamento e possesso illegale di arma da fuoco. Dichiarato inammissibile il ricorso presentato dall’avvocato difensore.

Le accuse

I fatti contestati risalgono al maggio del 2018 quando il giovane, incensurato e sofferente di disturbi psichici e comportamentali, prese una pistola dalla cassaforte della sua abitazione. Poi salì in auto ed iniziò ad esplodere diversi colpi (almeno undici) contro persone ed attività commerciali nei comuni dell’Agro nocerino. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il 28enne, in tre giorni, prese di mira una ragazza fuori ad un bar di Cava de’ Tirreni, il finestrino di un’auto a Pagani, l’insegna e l’arredamento di un bar a Sarno e anche la vetrina di un esercizio commerciale a Nocera Inferiore. Di qui le indagini serrate delle forze dell’ordine che lo trovarono all’interno della sua casa insieme all’arma che era di proprietà del fratello. Secondo la consulenza di un perito della Procura di Nocera Inferiore, il ragazzo soffrirebbe di gravi alterazioni psicologiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento