rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Nocera Inferiore

Botte alla convivente poi si scaglia contro i carabinieri: nocerino sotto giudizio

L’imputato, ancora sotto gli effetti dell’alcol, si oppose ai controlli svolti dai carabinieri, minacciandoli per poi scagliarsi contro di loro adoperando un mestolo da cucina.

Finisce a processo per aver aggredito la compagna convivente a colpi di mazza, sotto l’effetto di alcol, un nocerino di 46 anni, per le imputazioni di lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. 

L'indagine

I fatti avvennero il 25 luglio scorso, quando l’uomo - in stato di alterazione - brandì una mazza di legno colpendo alla testa la sua convivente, al culmine di un litigio, provocandole cinque giorni di prognosi. In quel frangente, sul posto arrivarono i carabinieri, a loro volta aggrediti dall’uomo. L’imputato, ancora sotto gli effetti dell’alcol, si oppose ai controlli svolti dai carabinieri, minacciandoli per poi scagliarsi contro di loro adoperando un mestolo da cucina. Le escandescenze dell’uomo proseguivano anche durante le operazioni di controllo, all’interno degli uffici del Reparto territoriale, dove i militari provavano ad identificarlo per le procedure di rito. Ora il 46enne è stato raggiunto dal decreto che dispone il giudizio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte alla convivente poi si scaglia contro i carabinieri: nocerino sotto giudizio

SalernoToday è in caricamento