Cronaca

Nocera, pugni nello stomaco al padre per i soldi: condannato a oltre 2 anni di carcere

L'imputato è un uomo di 45 anni, di Nocera Inferiore, che tra il 2016 e il 2019, avrebbe costretto più volte i suoi familiari a consegnargli cifre in denaro, usando la violenza

E’ stato riconosciuto colpevole e condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione e maltrattamenti. L'imputato è un uomo di 45 anni, di Nocera Inferiore, che tra il 2016 e il 2019, avrebbe costretto più volte i suoi familiari a consegnargli cifre in denaro, usando la violenza.

La condanna

La sentenza è giunta con il rito abbreviato. Stando alle indagini, l'uomo avrebbe più volte aggredito i genitori, colpendo in un'occasione allo stomaco con un pugno il proprio padre, perché si era rifiutato di dargli dei soldi. La Procura aveva ritenuto praticamente tutti i familiari dell'imputato come vittime, perchè più volte tutte - almeno una volta - sarebbero state minacciate dal 45enne affinchè consegnassero soldi in contanti. Come la zia e il fratello, ad esempio, minacciati di morte e invitati ad andare via di casa, perchè si erano rifiutati di consegnare delle somme in denaro. Ad andarci di mezzo fu anche un orefice, finito in quegli anni nella morsa estorsiva dell'uomo, e minacciato di morte, per 500 euro. L’uomo era giunto presso il suo negozio, intimandogli di rimuovere le telecamere, per non essere ripreso.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocera, pugni nello stomaco al padre per i soldi: condannato a oltre 2 anni di carcere

SalernoToday è in caricamento