Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Nocera Inferiore

Nocera Inferiore, il processo sull'alluvione del 2007 e l'ipotesi della Corte Costituzionale

I difensori hanno chiesto al giudice di valutare l'applicabilità o meno del raddoppio dei termini di prescrizione sulle accuse della Procura. Tra gli imputati due ex assessori regionali. L'alluvione causò danni ingenti alla zona di Cicalesi

Il fascicolo sull'alluvione che colpì Nocera Inferiore nel 2007 potrebbe approdare davanti ai giudici della Corte Costituzionale. Questa mattina, gli avvocati della difesa hanno chiesto la sospensione del procedimento (il processo è istituito davanti al giudice monocratico Russo Guarro), sollevando una questione di legittimità costituzionale sui tempi di prescrizione. Nel caso il giudice dovesse decidere sulla fondatezza del ricorso (la decisione è prevista per il 12 luglio), gli atti del processo potrebbero approdare davanti alla Corte Costituzionale. Sullo sfondo il decreto legge approvato a maggio 2015, la cosiddetta legge sugli "ecoreati", che prevede il raddoppio dei tempi di pescrizione per i reati contro l'ambiente. L'attuale capo d'imputazione è quello di «inondazione e frana».

L’accusa, a riguardo, richiama la legge regionale numero 4 del 2003 sulle opere idrauliche, che addebita la manutenzione ordinaria e straordinaria a carico delle Regioni. Tra le richieste, anche la denuncia sull’instabilità degli argini, che in caso di piogge abbondanti avrebbe generato allagamenti ed inondazioni presso tutte le aree circostanti. 

 Nella notte tra il 6 e il 7 ottobre 2007, una violenta alluvione provocò la rottura degli argini del torrente Alveo Comunale Nocerino nella zona di Merighi. I danni, quantificati in almeno 6 milioni di euro, interessarono abitazioni, scuole, beni di ogni tipo e fondi agricoli. Le zone maggiormente colpite furono Cicalesi, San Mauro, Villanova e la Statale 266. La rete fognaria finì ostruita e la circolazione fu interrotta per settimane lungo quelle strade, a causa della presenza di detriti e masserizie che invasero case e scuole circostanti. Molte famiglie rimaste senza un tetto, furono ospitate nel centro di quartiere in via Loria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocera Inferiore, il processo sull'alluvione del 2007 e l'ipotesi della Corte Costituzionale

SalernoToday è in caricamento