Nuovo sciopero degli avvocati a Nocera: "Nessuna risposta dai magistrati"

All’esito dell’assemblea straordinaria tenutasi lunedì, gli avvocati penalisti hanno deliberato una nuova astensione dalle udienze dal 28 al 31 gennaio prossimi

Gli avvocati penalisti del Foro di Nocera Inferiore proseguono la protesta e indicono un nuovo sciopero, con astensione dalle udienze, anche per il mese di gennaio. All’esito dell’assemblea straordinaria tenutasi lunedì, gli avvocati penalisti hanno deliberato una nuova astensione dalle udienze dal 28 al 31 gennaio prossimi.

La nota

La decisione, «a dir poco sofferta - si legge in una nota del Consiglio Direttivo - è stata presa in ragione della mancanza di qualsiasi risposta da parte dei magistrati del Tribunale di Nocera Inferiore alle richieste di confronto in merito alle problematiche che hanno dato origine all’astensione ancora in corso, e che terminerà il giorno 20 dicembre. Gli stessi magistrati, seppure invitati a prendere parte all’assemblea straordinaria del 17 dicembre scorso, non hanno partecipato, lasciando così inevase le richieste di confronto in merito al mancato rispetto dei protocolli d’udienza, alle problematiche relative alle liquidazioni del gratuito patrocinio e delle difese d’ufficio, nonché delle lamentate violazioni del ruolo e della funzione del difensore che si sono registrate nei mesi scorsi. La stessa assemblea, conscia della rilevanza dei diritti in discussione e per puro spirito di responsabilità, si è resa disponibile ad avviare, nonostante il silenzio della magistratura e gli attacchi dell’Associazione Nazionale Magistrati, un tavolo di discussione con i magistrati della Sezione penale del Tribunale di Nocera Inferiore al fine di scongiurare il protrarsi dell’attuale stato di agitazione». Oltre ai problemi segnalati dagli avvocati della Camera Penale, il tribunale di via Falcone affronta problemi evidenti di organizzazione e carenza di personale già dal 2013, quando con la riforma delle giurisdizioni, Nocera Inferiore raccolse sotto la sua competenza tutti i comuni della Valle dell'Irno. Con un aumento della popolazione amministrata di gran lunga superiore rispetto alla disponibilità della pianta organica attuale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

Torna su
SalernoToday è in caricamento