Cronaca

Nocera Inferiore, ex candidato a processo per aggressione a mano armata

Finisce a processo Ciro Eboli, il 38enne ex candidato al consiglio comunale, arrestato ad agosto scorso dalla Procura Antimafia, con l’accusa di scambio elettorale politico mafioso

Avrebbe pestato una persona dietro minaccia di una pistola. Finisce a processo Ciro Eboli, il 38enne ex candidato al consiglio comunale, arrestato ad agosto scorso dalla Procura Antimafia, con l’accusa di scambio elettorale politico mafioso.

L'intercettazione fatale

Considerato il braccio destro dell’ex boss, Antonio Pignataro, è stato rinviato a giudizio dal gup Gustavo Danise. Eboli è parallelamente già sotto processo per l’indagine condotta dalla Dda, concentrata su di un presunto patto basato sull’iter di costruzione di una mensa per poveri, dove fu coinvolta anche l’amministrazione comunale. In cambio di quel progetto, Ciro Eboli, ma anche l’ex consigliere comunale Carlo Bianco, avrebbero avuto come tornaconto voti utili per la loro elezione. Che non ci sarà. Nel processo che affronterà ad ottobre, invece, risponde di lesioni e detenzione di arma da fuoco. L’indagine fu avviata dopo la denuncia sporta dalla persona offesa, che riferì di essere stato aggredita a mani nude da Eboli. L’episodio fu registrato dai carabinieri del Ros alla fine del luglio scorso. Un mese dopo le elezioni. Per gli inquirenti, Eboli viveva un periodo di «estrema tensione». Il 26 luglio fu intercettato in ambientale, all'interno di un’auto, mentre raccontava l’episodio che gli costerà il processo. I motivi di quell’aggressione non sono mai emersi nel prosieguo delle indagini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocera Inferiore, ex candidato a processo per aggressione a mano armata

SalernoToday è in caricamento