Un chilo di cocaina nascosto in casa dei nonni, nocerino condannato a 4 anni e 8 mesi

L'imputato finì coinvolto in un blitz condotto ed eseguito dalla Squadra Mobile di Salerno, al termine di una specifica attività di repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti

E' stato condannato a 4 anni e 8 mesi di carcere, in primo grado, il 34enne nocerino, L.V. , arrestato a settembre perchè nelle sue disponibilità aveva un chilo di cocaina. L'uomo era difeso dagli avvocati Francesco Vicidomini e Giuseppe Della Monica. L'imputato finì coinvolto in un blitz condotto ed eseguito dalla Squadra Mobile di Salerno, al termine di una specifica attività di repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti. La droga fu trovata in casa di parenti, nascosta tra i mobili di una camera

L'indagine

Gli agenti avevano anche rinvenuto un bilancino di precisione e banconote di vario taglio per oltre 10.000 euro e vari effetti cambiari superiore a 15.000 euro, ritenuti il provento dell'attività illecita. Poi dissequestrati e restituiti dal Tribunale del Riesame. La droga sequestrata era ancora composta in grosse «pietre», che sarebbero poi state sottoposte al «taglio» per moltiplicare la quantità e ottimizzare i profitti. Tagliando da uno a tre la cocaina avrebbe potuto fruttare anche 90.000 euro. La sentenza è giunta al termine del rito abbreviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento