Nocera, "elezioni corrotte": spunta la foto del voto per l'ex consigliere Maisto

L’hanno depositata i carabinieri del Ros, all'inizio dell'udienza preliminare dinanzi al gup, conclusa giorni fa con il rinvio a giudizio di 14 persone. L'inchiesta è quella ribattezzata "Un'altra storia"

Tra gli elementi che hanno spinto il gup Giovanna Pacifico a rinviare a giudizio anche l’ex consigliere comunale Nicola Maisto, coinvolto nell’inchiesta «Un’altra storia» che racconta di intrecci tra la camorra e la politica, oltre che di un vasto fenomeno di corruzione elettorale, c’è anche una fotografia. L’hanno depositata i carabinieri del Ros, all'inizio dell'udienza preliminare dinanzi al gup, conclusa giorni fa con il rinvio a giudizio di 14 persone. L'inchiesta è quella ribattezzata "Un'altra storia"Lo scatto, estrapolato dal telefono cellulare di uno degli indagati, ritrae una scheda elettorale all’interno di una cabina, con la preferenza «Maisto», candidato nella lista "Uniti per Torquato". Per la Dda è un riscontro «di assoluto rilievo investigativo» su quanto già ipotizzato: e cioè che un gruppo di persone si sia fatto corrompere per indirizzare il proprio voto durante le scorse elezioni di giugno. Il telefonino  appartiene a Marika Cancro, giovane 20enne indagata per corruzione elettorale insieme a Soraya ed Emanuela Cancro, Maria Grazia Romano, Olga Clara Attanasio e Angela Consalvo.

"Ho visto una foto per un'altra"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sei persone che non andranno a processo, ma si alterneranno tra patteggiamenti e richieste di messe alla prova. Eppure, per la Dda quello scatto rafforza anche un’altra ipotesi, già paventata in fase d’indagine. Che a beneficiare di voti "comprati" non sarebbe stato solo Nicola Maisto, dimessosi dopo il blitz di agosto, ma anche altri candidati. Lo si intuisce dal contenuto dei messaggi estrapolati dai Ros dai telefonini di due indagati, Marika Cancro e Francesco Gambardella, altro ragazzo finito a giudizio insieme a Luigi Sarno. Il primo si farà scappare la frase: "Ho visto una foto per un'altra", mentre insieme alla ragazza, verifica la sua data di nascita. Il processo per i 14 imputati partirà a settembre. Una parte delle indagini sulle scorse elezioni, invece, non è ancora chiusa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento