Nocera Inferiore, "Quel mezzo chilo di droga è mio": il retroscena dietro il blitz

La sua confessione porta gli inquirenti a scovare, dopo un paio di settimane, il proprietario di quasi mezzo chilo di droga trovato nella cantina di uno stabile, durante un blitz al confine tra Nocera e Pagani

Carabinieri a via Napoli

«La droga è mia». E' quanto ha detto un giovane, in presenza del suo avvocato, alla polizia di Nocera Inferiore. La sua confessione porta gli inquirenti a scovare, dopo un paio di settimane, il proprietario di quasi mezzo chilo di droga trovato nella cantina di uno stabile, durante un blitz. A indirizzare gli agenti fu una telefonata anonima. Il ragazzo che si è attribuito la paternità di 420 grammi di hashish ha 20 anni. Non ha precedenti penali, ma è in rapporti di parentela con una persona che invece di precedenti ne ha. E che è ristretta in carcere, essendo stata coinvolta in passato anche in indagini per spaccio di droga. Elementi che gli investigatori hanno ora messo insieme, con l’obiettivo di scoprire a quali canali fosse destinato quell’ingente quantitativo di stupefacente

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E se magari il ragazzo sia in qualche modo legato ad attività criminali riconducibili anche ad altri soggetti. Alla polizia ha spiegato di aver nascosto quel mezzo chilo di hashish in una  piccola cantina, per poi bloccarne l’accesso con una catena. Lo stabile pare fosse in stato di abbandono da tempo. Al termine del rilascio di quelle spontanee dichiarazioni, il ragazzo è stato denunciato alla Procura con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Il ragazzo non ha invece detto nulla sui pezzi di uno scooter, trovati a pochi metri di distanza dalla droga. Il blitz di quel giorno portò anche alla scoperta di 5 grammi di cocaina. Oltre agli agenti di polizia, a fornire supporto c’erano i cani dell’unità cinofila della Questura di Napoli, impegnati in almeno una decina di perquisizioni a casa di altrettanti pregiudicati e sul controllo di 50 autovetture parcheggiate tra i due palazzoni di via Napoli. Qualche ora prima, un controllo era stato effettuato presso il popoloso rione di Montevescovado, con la scoperta di un giovane in possesso di 30 grammi di hashish, finito denunciato. E il recupero di un motociclo risultato rubato e il contestuale sequestro di alcuni coltelli nelle disponibilità dello stesso ragazzo.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Restrizioni per le norme anti-Covid: Sal De Riso chiude i battenti, l'annuncio

  • Nuovo Dpcm, commercianti bloccano la strada a Nocera Inferiore: traffico in tilt

  • Covid-19, ordinanza di De Luca: resta il coprifuoco, confermata la Dad

  • Coronavirus, altri 262 casi positivi nel salernitano: i dati del Ministero

  • Scafati, alunne bendate durante l'interrogazione a distanza: parla il preside

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento