Il lavoro al tempo del Covid-19, un farmacista di Nocera Inferiore si racconta in poesia

Così ha fatto Giuseppe Boscia, noto farmacista che si è improvvisato poeta, raccontando in versi la sua esperienza, dal punto di vista lavorativo, in tempi di Covid-19

Nel riquadro, Giuseppe Boscia

La “Covid-odissea19”. In tempi di emergenza e pandemia c'è il tempo per fare cose che prima magari non potevi fare. Leggere un libro, studiare, passare più tempo con i propri cari e anche scrivere poesie. Così ha fatto Giuseppe Boscia, noto farmacista a Nocera Inferiore, che si è improvvisato poeta, raccontando in versi la sua esperienza, dal punto di vista lavorativo, in tempi di Covid-19. Noi di SalernoToday pubblichiamo qui un estratto della sua opera, allegando alla fine dell'articolo il file completo per leggere tutta la poesia. "Peppe" si definisce "farmacista sognatore, tifoso della sua napoletanità", e ha deciso di condividere la sua esperienza, in chiave poetica ma anche umoristica.  POESIA

Io nun song professore e nemmeno nu scrittore ma sapite comm’ fa o core: sì lepiglia l’emozione, ecco qua’ l’ispirazione e se mette a raccuntà!

Sto vivendo ‘a pandemia in un clima di pazzia Tanta,tanta bella gente, tante mamme coi bambini, casalinghe e pasticcieri, pizzaiuoli e parrucchieri,

impiegati e dipendenti, insegnanti coi studenti, tutti quanti a nun fa niente! chistu virus maledetto int’e case li ha costretti! Ma chi è stato

chi l’ha detto? Nun so’mica tutti quanti: mierec’ e nfermier’, polizia e carabinieri, volontari e finanzieri tanta gente è fora ‘a lista!

C’hann mise pur’a me che so’nato farmacista! C’hanno miss’ in bella vista a risponn’ all’emergenza: accudisc’ a tanta gente

e di questo so’ cuntent’! La mia vita s’è cambiata: mò v’a voglio raccuntà! I primi giorni d’ammuina

tutti a chier’ l’amuchina! Ogni giorno,ogni mattina a spiegare che è difficile a trovare! Fino a quando la Silvana, la collega farmacista,

ha allestito in farmacia “Lo spruzzino alcolizzato”, con lo spirito comprato in un gran supermercato! ed  èaccussì  ch’ è stato

che l’amuchina …. c’ha simm’ nventat’! Cca’ ormai manca di tutto! Pure ‘o spirito p’abbrucià, …manc’ chille può truvà? E……pruvatel’accattà!

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

Torna su
SalernoToday è in caricamento