menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nocera Inferiore, inquinamento nella zona industriale: parte la denuncia

L'obiettivo del Comune è comprendere di chi sono le responsabilità per l'inquinamento che interessa il corso d'acqua che cinge l'area di proprietà dell'ente

Sui disagi a Fosso Imperatore il Comune di Nocera Inferiore ha deciso di presentare un esposto in procura. L'obiettivo è comprendere cosa accade lungo il corso d'acqua che cinge l'area industriale, inquinato tanto da spingere il Consorzo di bonifica a chiudere gli scarichi delle fabbriche che sono presenti sull'area, revocando anche il nulla osta che era stato concesso

La denuncia alla procura

Da mesi, all'estremità della condotta, ci sarebbe un'ostruzione che impedirebbe ogni possibilità di scarico. A Fosso Imperatore le aziende sono 22, e le difficoltà che stanno riscontrando non sono poche. Tra chi ha delocalizzato la propria attività, a chi è stato costretto a licenziare i dipendenti. Altre ancora, invece, si sono muniti di vasche di contenimento. Il legale al quale il Comune ha affidato la denuncia si avvarrà dei prelievi effettuati sull'acqua, oltre che sui controlli relativi a scariche e vasche. La situazione - come spiega Il Mattino - è la seguente: da una parte c'è il Consorzio che ritiene che l'inquinamento sia la conseguenza dell'attività di qualche fabbrica. Dall'altra il Comune, titolare dell'area industriale, che invece ritiene che le responsabilità siano da estendere anche ad altri. Solo giorni fa, l'acqua del canale si è colorata di bianco, sprigionando odori non certo gradevoli. E nonostante le fabbriche non siano più collegate al canale. Secondo il consorzio che tutela gli interessi delle aziende, l'inquinamento non è causato dalle varie attività. Per loro potrebbero esserci attività non censite, con scarichi abusivi, libere di sversare in barba a controlli e disposizioni amministrative 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento