Fusione delle due Nocera: il Comitato pro unione non si arrende

"Il nostro scopo - dicono - è giungere al referendum per chiedere ai nocerini, gli unici legittimati a decidere, di pronunciarsi sulla creazione della città unica di Nocera"

Il Comitato a favore della fusione tra le due città di Nocera Inferiore e Nocera Superiore continuerà la sua attività di informazione sui benefici dell'unione. Nonostante le denunce del Comune di Nocera Superiore su chi utilizza il simbolo della città per attività di propaganda

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nota

"L'amministrazione comunale di Nocera Superiore - si legge in un comunicato stampa - ha deliberato di agire in giudizio contro il comitato per il Referendum sulla fusione delle due Nocera perché ha utilizzato l'immagine dello stemma di Nocera Superiore in modo improprio e non autorizzato. In realtà abbiamo utilizzato quell'immagine sempre associata all'immagine dello stemma del Comune di Nocera Inferiore, perché i due stemmi associati per noi rappresentano visivamente il sogno di realizzare in giorno la Grande Nocera Unita. I due loghi sono stati utilizzati in post e in una brochure di tipo divulgativo sul tema della fusione, quindi facciamo fatica a pensare che sia stato un uso improprio. Un'amministrazione pro tempore che vuole trascinare in giudizio un comitato di privati cittadini realizza un pericoloso vulnus della democrazia e tenta, di fatto, di mettere un bavaglio al dibattito politico su un tema che riguarda il futuro dei nocerini nei secoli successivi. Il nostro scopo è giungere al referendum per chiedere ai nocerini, gli unici legittimati a decidere, di pronunciarsi sulla creazione della città unica di Nocera. Un'amministrazione comunale che impedisce ai propri cittadini di esercitare la forma massima di democrazia prevista dalla Costituzione, utilizzando la via giudiziaria per "neutralizzare" chi la pensa diversamente, comprime la libertà di ciascuno di noi" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

  • Covid-19: i contagi superano quota 200 in provincia, due bimbi positivi a Salerno e 2 casi a Baronissi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento