menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredì cancelliere al tribunale di Nocera: pena ridotta in Appello

I giudici portano da un anno e sei mesi a soli sei mesi la condanna per un uomo di Pagani. Aggredì un cancelliere nel suo ufficio, fuori dall'orario di lavoro, per avere notizie su di una pratica

Aggredì un cancelliere, entrando fuori dall'orario di servizio nel suo ufficio: in Corte d'Appello i giudici gli riducono la pena a 6 mesi di reclusione. Rispetto all'anno e sei mesi presi in primo grado. L'imputato, difeso dal legale Giuseppe Buongiorno, è un 49enne di Pagani, Pio Annunziata. I fatti risalgono alla fine del 2016, quando l'imputato entrò nell'ufficio, perchè pretendeva chiarimenti su una questione ereditaria che coinvolgeva alcuni componenti della sua famiglia. E che si stava - a suo dire - prolungando oltre il dovuto.

Il secondo processo 

Dal cancelliere si recò quando l'orario di ufficio era però già trascorso. La discussione tra i due si animò velocemente, con tanto di leggera colluttazione con il cancelliere, che fu spintonato a ridosso di un armadietto, prima dell'intervento della sicurezza. L'uomo rischia anche un secondo processo, perchè a distanza di qualche mese, ritornò in tribunale presso la sezione fallimentare di Nocera Inferiore. E rivolgendosi con toni minacciosi, questa volta, all'indirizzo di un magistrato. Non poteva nemmeno essere li, perchè per l'episodio precedente era stato sottoposto all'obbligo di dimora nel comune di Pagani. Dopo aver aggredito verbalmente il giudice, finì agli arresti domiciliari. Su di lui vi è una richiesta di processo a firma della Procura di Napoli, con fissazione dell'udienza dinanzi al Gup. Giorni fa, lo sconto in Appello per l'episodio risalente al 2016 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento