menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Matrimoni falsi tra italiani e marocchini per permesso di soggiorno: in 26 a processo

Tra gli imputati diverse persone residenti tra Nocera, Scafati e paesi del napoletano. A capo del sodalizio, una 50enne di Scafati e un uomo di nazionalità marocchina

Ventisei persone finiscono a processo, nell'Agro nocerino, per immigrazione clandestina. Per almeno tre, c'è l'accusa di associazione a delinquere. Secondo le accuse della Procura, concentrata dal 2011 in periodi successivi, gli imputati avrebbero organizzato e gestito matrimoni fittizi tra italiani e africani, per permettere a questi ultimi di essere regolarizzati in Italia, ottenendo il permesso di soggiorno, ed evitare l'espulsione

L'indagine

Tra gli imputati diverse persone residenti tra Nocera, Scafati e paesi del napoletano. A capo del sodalizio, una 50enne di Scafati e un uomo di nazionalità marocchina, che risulta irreperibile. Oltre venti le imputazioni mosse dalla Procura, che ha ottenuto giorni fa il rinvio a giudizio per tutti gli imputati. Per alcuni matrimoni, dai quali sarebbero poi stati ottenuti i certificati che ne provavano il rito, gli imputati avrebbero promesso corrispettivi in denaro che andavano dai 2 ai 300 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento