rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Nocera Inferiore

"Favori e regali" per avere informazioni su indagini: scarcerato imprenditore di Nocera

L’inchiesta si era sviluppata da una precedente attività investigativa concentrata su reati fiscali, dalla quale erano poi stati verificati presunte promesse che il 40enne imprenditore avrebbe fatto nei riguardi di alcuni degli indagati. 

E’ stato scarcerato l’imprenditore di Nocera Inferiore, di 40 anni, finito agli arresti domiciliari la settimana scorsa, con l’accusa di induzione alla corruzione. L’uomo, impegnato nel settore delle energie rinnovabili, è indagato dalla Procura perché avrebbe promesso soldi e altre regalie per avere informazioni su procedimenti penali che lo riguardavano. 

L'inchiesta

A restare in piedi un solo capo d’accusa per il gip, nel quale il 40enne avrebbe promesso un telefonino ad un finanziere per avere informazioni coperte da segreto istruttorio. La misura dei domiciliari è stata sostituita da quella della presentazione alla polizia giudiziaria per tre volte alla settimana. A deciderlo il gip, che ha valutato favorevolmente il contenuto dell’interrogatorio di garanzia che lo stesso aveva reso dopo l’arresto, insieme ad uno successivo, reso davanti alla Procura, nei quali l’indagato aveva chiarito altri aspetti della vicenda. Sono otto in tutto le persone indagate a piede libero nell’indagine, tra questi due finanzieri e due carabinieri, insieme ad altri professionisti. Andrà chiarito il ruolo di tutti, in ragione di quanto chiarito dall'imprenditore nei due interrogatori, prima che l’organo inquirente decida di chiudere l’indagine. L’inchiesta si era sviluppata da una precedente attività investigativa concentrata su reati fiscali, dalla quale erano poi stati verificati presunte promesse che il 40enne imprenditore avrebbe fatto nei riguardi di alcuni degli indagati. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Favori e regali" per avere informazioni su indagini: scarcerato imprenditore di Nocera

SalernoToday è in caricamento