Nocera, provocano incidente poi minacciano le vittime: "Vi uccidiamo"

Sono i contorni di un'indagine conclusa ora con una citazione a giudizio firmata dalla procura per due nocerini, sotto processo dinanzi al giudice monocratico

Foto d'archivio

Un sorpasso azzardato con l'auto, poi il rientro in corsia e l'urto con un'altra macchina. Da lì la frenata, la discussione con gli occupanti dell'altro mezzo e poi l'aggressione. Sono i contorni di un'indagine conclusa ora con una citazione a giudizio firmata dalla procura per due nocerini, sotto processo dinanzi al giudice monocratico.

I fatti

I due sono accusati a vario titolo di lesioni personali aggravate, compiute da più persone riunite. Le due vittime sono costituite parte civile nel dibattimento. L'incidente risale al 2013. "Il mio amico andava verso l'auto perchè la discussione stava degenerando - disse nella denuncia una delle due persone, ora parte offesa - per prendere una penna e segnare la targa, in modo da risolvere la questione. Ma l'altro lo ha strattonato e gli ha dato uno schiaffo, e alla fine se n'è andato via a bordo della sua auto". La storia non era finita li. Dopo poco, l'auto che aveva sorpassato quella delle vittime ritornò sul luogo dell'incidente, dopo essersene andata, ma con dentro i due ragazzi, in compagnia di altre due persone. "Domani vengo a casa, prendo la pistola e ti sparo", disse uno dei due arrivati, mentre gli altri presero a minacciare le vititme di morte per aver cercato di prendere gli estremi della targa. "Noi restammo fermi - spiegò uno dei denuncianti - sperando che non si andasse oltre". Così non fu, perchè i due furono aggrediti subito dopo a calci e pugni, con botte date anche con un casco. Fu solo grazie all'intervento di altre persone che si riuscì a riportare la calma. Le persone aggredite furono constrette a recarsi al pronto soccorso di Nocera Inferiore e dimesse con tre e cinque giorni di prognosi, a causa delle ferite riportate. L'auto degli imputati era tornata in corsia, dopo un sorpasso azzardato, per evitare di scontrarsi con un'altra auto che stava venendo nella direzione opposta. La brusca frenata provocò l'urto con la macchina dei denuncianti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento