menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nocera Inferiore, aperta indagine sull'inquinamento degli affluenti del Sarno

Ieri mattina, il sostituto procuratore Roberto Lenza ha ricevuta una delegazione dei componenti delle sette associazioni che stanno per dare vita al comitato

Inquinamento dei torrenti Solofrana e Cavaiola, ora c'è l'indagine della Procura. E' quanto hanno ottenuto i rappresentanti di comitati e associazioni che da mesi spingono sull'allarme inquinamento, a Nocera Inferiore. Ieri mattina, il sostituto procuratore Roberto Lenza ha ricevuta una delegazione dei componenti delle sette associazioni che stanno per dare vita al comitato

L'audizione

Il magistrato ha raccolto gli esposti e le denunce presentate dal comitato, delegando i carabinieri del Noe per le prime attività d'indagine. Ieri mattina, le persone recatesi al secondo piano del tribunale di via Falcone, hanno depositato un corposo dossier, dal quale si evincerebbe lo sforamento dei parametri ed il superamento della soglia di sostanze altamente tossiche come cadmio e cromo, presenti nelle acque dei due affluenti del Sarno. Il lavoro della procura, al momento solo di ascolto, potrebbe avvalersi anche dell'aiuto di esperti e consulenti. Oltre, ovviamente, al lavoro di monitoraggio e controllo per il rispetto delle normative ambientali sul territorio nocerino. Nello specifico, accertare e bloccare sversamenti illeciti nei due corsi d'acqua. Il comitato prosegurà invece i suoi incontri con medici e dirigenti scolastici, al fine di sensibilizzare ancor di più l'opinione pubblica su un problema mai seriamente affrontato e contrastato dalle istituzioni locali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento