menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sparatorie nell'Agro, domani il sospettato davanti al giudice

Il giovane nocerino di 27 anni, in tre giorni, ha seminato il panico in ben quattro comuni della provincia di Salerno

Sarà interrogato domani mattina dal Gip del tribunale di Nocera Inferiore, per l’udienza di convalida del fermo, Luca Criscuolo, il giovane nocerino di 27 anni che, in tre giorni, ha seminato il panico in ben quattro comuni della provincia di Salerno. Il ragazzo, incensurato e sotto cure mediche, è stato ammanettato ieri sera (mercoledì 23 maggio) dagli agenti del nucleo investigativo del commissariato di Nocera Inferiore in collaborazione con tutte le forze dell’ordine. Il 27enne ha ammesso di essere l’autore di almeno otto sparatorie consumate tra Cava de’ Tirreni, Nocera Inferiore, Pagani e Sarno. "So quello che ho fatto ma non so perché. Ho sparato a più persone, non ricordo quante. Alcune le avevo già viste. Mi erano antipatiche". Sono queste le prime parole che Luca Criscuolo avrebbe detto ieri mattina al suo legale Andrea Vagito, durante il colloquio nel carcere di Fuorni dove è ristretto da mercoledì sera, in stato di fermo, per tentato omicidio, danneggiamento e porto abusivo di arma.

La dinamica

Lunedì sera, in piazza Abbro a Cava, ha ferito alla gamba una ragazza che stava passeggiando in compagnia del fidanzato. Martedì, alle ore 13.15, a Pagani, in via Alcide de Gasperi, nei pressi della pizzeria La Ruota, il giovane ha esploso diversi colpi d’arma da fuoco in direzione di un’autovettura Smart, appena parcheggiata di rimpetto. Successivamente, alle ore 17.45 a Sarno, all'altezza del bar Pieffe sito a Prolungamento Matteotti, il 27enne a bordo della stessa auto aveva sparato due colpi che hanno centrato l’insegna dell’esercizio commerciale ed una moto parcheggiata nelle vicinanze.E ancora, alle ore 19.05 di mercoledì (ieri, ndr), a Nocera Inferiore, nei pressi del bar Roma situato in Corso Garibaldi, un uomo di 67 anni era stato attinto da colpi di arma da fuoco ad entrambi gli arti inferiori, esplosi sempre da una Fiat Grande Punto di colore grigio. Il malcapitato si trova attualmente ricoverato presso l’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, non in pericolo di vita. Pochi minuti dopo, sempre a Nocera Inferiore, nei pressi dell’ufficio postale di via Marconi, dalla stessa autovettura sono stati esplosi altri colpi che non hanno fortunatamente colpito persone. Immediate le ricerche in zona che hanno permesso ai poliziotti di identificare e fermare il 27enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento