Delitto Fortino, l'autopsia conferma morte a seguito di colpo all'addome

L'autopsia effettuata dal medico legale della Procura di Nocera Inferiore conferma che la morte di Maurizio Fortino è avvenuta a seguito di un unico colpo, risultato mortale. I funerali si terranno domani a Santa Monica alle ore 10,30

L'autopsia effettuata dal medico legale della Procura di Nocera Inferiore conferma che la morte di Maurizio Fortino è avvenuta a seguito di un unico colpo, risultato mortale. L'esame si è svolto nel pomeriggio, alla presenza dei consulenti Ricci e Mirabella. La famiglia della vittima è assistita dall'avvocato Andrea Vagito, mentre l'indagato accusato di omicidio volontario, Davide Giancane, dal legale Ernesto Donatello. Dai primi risultati parziali dell'autopsia - il colpo sarebbe stato scagliato frontalmente. Fortino presentava una piccola ferita anche sulla mano, di entità passiva, forse legata ad una reazione durante la colluttazione mortale. I funerali dell'infermiere di 52 anni si terranno presso la chiesa di Santa Monica, a Nocera Inferiore, domani mattina alle ore 10.30. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'omicida, Davide Giancane, di 42 anni, resta invece in carcere come deciso dal gip Paolo Valiante. L'uomo, pur non volendo uccidere Fortino, ha dichiarato di aver perso il controllo dopo aver visto la figlia in casa della sua ex compagna, insieme a Fortino, con il quale la stessa intratteneva una relazione sentimentale. Tornato da Milano, Giancane si era recato nella casa della donna in via Origlia per vedere la figlia, e lavare alcuni indumenti. Quando seppe che Fortino era lui stesso in casa, chiuso in bagno, avrebbe afferrato un coltello e lo avrebbe aggredito, per poi colpirlo mortalmente. All'altezza dell'addome. Per il giudice, il 42enne deve restare in carcere. E' accusato di omicidio volontario. Nelle motivazioni, il magistrato aveva spiegato che "ove non sottoposto alla forma estrema di restrizione, possa trovarsi in situazioni in cui nuovamente trovi occasione di manifestare la propria gelosia ed esercitare violenza nei confronti di altre persone"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Belen in Costiera, "salto" a Ravello e degustazione dei dolci di Pansa

  • Covid-19, contagiata una bimba di Pontecagnano

  • Covid-19: sette nuovi contagi in Campania, il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento