menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nocera, ore di straordinario "gonfiate" e lavori in altri ospedali: medico e infermieri nei guai

Starà ora al gip, in udienza preliminare, valutare gli elementi dell’impianto accusatorio ricostruito dall’organo inquirente, per poi decidere se fissare il processo

Ore di straordinario in più e lavoro presso altri ospedali. Un medico e due infermieri rischiano il processo per truffa e falso ideologico. A chiederlo è la Procura di Nocera Inferiore, al termine di un’indagine che va dal 2009 al 2014. Stando alle accuse, un medico radiologo avrebbe lavorato presso gli ospedali di Sapri, Eboli, Oliveto Citra e Cava Castiglione, oltre che a Nocera, pur con lo delle ex Asl Sa 1,2 e 3 e l'accorpamento delle aziende nel nuovo soggetto giuridico, "Asl Salerno". In questo modo, avrebbe percepito indebitamente circa 270mila euro.

I due infermieri

I due infermieri invece avrebbero documentato, in maniera autonoma, senza il visto del primario o capo reparto e con autodichiarazioni, un numero di ore lavorative in contrasto con quelle poi realmente effettuate. Nei due casi, il danno all'Asl sarebbe stato di 35mila e 18mila euro. L’inchiesta fu condotta dalla polizia giudiziaria, a seguito di una serie di controlli e acquisizioni effettuati presso l'ospedale di Nocera, con riscontri poi sul campo e il confronto fatto tra quanto dichiarato dai tre e i loro reali movimenti.. Starà ora al gip, in udienza preliminare, valutare gli elementi dell’impianto accusatorio ricostruito dall’organo inquirente, per poi decidere se fissare il processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento