menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Elia Pirollo (Foto da Facebook)

Elia Pirollo (Foto da Facebook)

Nocera Inferiore piange la scomparsa di Elia Pirollo: il ricordo di Torquato

Pirollo era molto conosciuto nel mondo della cultura e dello spettacolo per aver curato, ad esempio, rassegne come “Jazz in parco” e “Noceracconta”

Nocera inferiore a lutto per la scomparsa, la scomparsa, di Elia Pirollo. Era da anni dipendente e addetto stampa del Comune, anche se le sue veri passioni erano il teatro e il jazz.

Le passioni

Pirollo era molto conosciuto nel mondo della cultura e dello spettacolo per aver curato, ad esempio, rassegne come “Jazz in parco” e “Noceracconta”. Ma anche per essere stato in prima linea nell’organizzazione della stagione teatrale presso gli scavi di Pompei.

Il dolore

La notizia della sua morte ha fatto subito il giro della città dell'Agro suscitando un immenso dolore in quanti lo conoscevano. Lascia la moglie Anna e i figli Alessandro e Chiara.

Il ricordo sui social del sindaco Torquato:

"So che è imbarazzante scrivere qui un messaggio di cordoglio. Ma non di un sentimento, il mio. Né di un'idea di un modo di essere che ha riempito di sé la vita del nostro comune e della nostra città negli ultimi 30anni. Anzi di più Elia non era un impiegato comunale Non un addetto stampa. Non un appassionato di teatro. Era tutto questo e di meno per ciascuna cosa. E di più Elia era l'anima la passione per il teatro la musica l'arte le manifestazioni i concerti. Senza di lui e il suo straordinario spirito di sopportazione nei confronti dei miei assilli della mia insopportabile mania di precisione delle mie sfuriate...delle mie battute ma anche delle mie pacche sulle spalle, ma ancora prima in tutti questi 30anni, senza di lui Nocera le stagioni teatrali con Servillo e Michele Placido Jazz in parco e la mattinata al Diana. Tutto questo non avremmo avuto. Nocera non sarebbe stata. Scaltrezze un po' di pigrizia e tante telefonate ci hanno permesso Elia di essere migliori di quello che senza di te saremmo stati. Un abbraccio da qui a te dedicheremo appena questa emergenza lo permetterà nel luogo che più hai amato, le stagioni del tuo amato teatro. Neanche quello, per quanto piccolo e ridotto, a Nocera ci sarebbe stato. Grazie Elia"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento