menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata rapina ad un disabile in sedia a rotelle: "Mi hanno salvato due poliziotti"

Orlando Bruno, affetto dalla nascita da tetraparesi plastica, racconta su Facebook ciò che gli è accaduto poche settimane fa mentre era in strada a Nocera Inferiore

Hanno provato a rapinarlo, in strada, nonostante sia obbligato a vivere su una sedia a rotelle. Ma, fortunatamente, due poliziotti  lo hanno salvato. E ora lui, Orlando Bruno, 40 anni, residente a Nocera Inferiore, scrive un post su Facebook per ringraziare quelli che definisce due “angeli” che si sono tempestivamente attivati per soccorrerlo.

Il suo racconto

Orlando, affetto dalla nascita da tetraparesi plastica, racconta l’accaduto: “La sera del 6 ottobre 2019, verso le ore 20, mentre rincasavo, sono stato salvato da due angeli, che successivamente si sono rilevati essere due poliziotti fuori dal servizio. Infatti i due si sono accorti che ero inseguito da una persona che correndo a piedi, tentava di raggiungermi. La stessa persona aveva fatto lo stesso la sera prima e, addirittura qualche mese prima, con la scusa di chiedermi l’ora mi aveva sottratto dei soldi dallo zaino che porto dietro la sedia a rotelle. I due poliziotti transitavano lì per caso e si sono prontamente resi conto del pericolo, di cui io inizialmente non mi ero accorto, anche perché il soggetto in questione corrispondeva alla descrizione che tempo prima gli avevo fornito. Così prontamente hanno fermato l’inseguitore ed hanno provveduto ad avvertire la volante, che è intervenuta, portando il soggetto in Commissariato”.

I ringraziamenti

Una situazione non facile quella di Orlando: “Uscire con la mia sedia a rotelle, mi da quel senso di autonomia e libertà, che purtroppo la mia condizione fisica mi ha negato, vivendo in periferia, debbo necessariamente spostarmi verso il centro della città e venendo meno la sicurezza e la tranquillità, dovrei per forza restare a casa e farlo per 365 giorni l’anno è un’ ulteriore pesante punizione per me. Quindi l’intervento di questi due Angeli, che hanno dedicato il loro tempo per aiutarmi, sottraendolo alle loro famiglie e ai loro interessi, rappresenta per me, un’iniezione di fiducia e mi da forza e tranquillità per affrontare il quotidiano, per me già problematico. Non avendo altro modo per poterli ringraziare ho pensato di farlo, scrivendo queste poche parole, Grazie davvero Grazie”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento