Nocera Inferiore invasa da rifiuti, il sindaco Torquato diffida la Multiservizi

Questa mattina i compattatori hanno ripulito via Napoli, dove i rifiuti stazionano da almeno una settimana. Ma il prossimo stop di Acerra e la mancanza di spazzamento rendono la situazione critica. Intanto l'azienda cerca 15 nuovi dipendenti

Disorganizzazione del servizio con tanto di diffida, affinchè si ripulisca quanto prima la città di Nocera Inferiore. Lo ha deciso con urgenza il sindaco Manlio Torquato, nei confronti della Nocera Multiservizi. Questa mattina i compattatori hanno ripulito via Napoli, dove i rifiuti stazionano da almeno una settimana, come la frazione secca e indifferenziata della scorsa settimana, insieme a plastica e materiali vari.

I disagi

Non va meglio nel rione di Monvescovado, con sacchetti e rifiuti sparsi un pò ovunque, anche nei pressi dei bidoni. Il problema della Nocera Multiservizi è legato al personale. L'azienda ha avviato una selezione per individuare almeno 15 dipendenti da impiegare per un periodo di circa 40 giorni. All'orizzonte, invece, c'è lo stop all'inceneritore di Acerra, con la Regione Campania che ha avvisato i comuni di provvedere ad individuare un sito di stoccaggio provvisorio. Intanto, nella città dell'Agro anche le strade del centro risultano non sempre in ottime condizioni, a causa della mancanza dello spazzamento, un servizio giudicato indispensabile, viste le condizioni attuali delle strade cittadine oggi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento