menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Movida" a Nocera, picchiato da banda per difendere un coetaneo: in 6 a processo

I fatti risalgono alla notte tra l’8 e il 9 giugno del 2019, aggredirono con violenza un ragazzo di 19 anni

Sei ragazzi di Nocera Inferiore saranno processati per rissa aggravata, dopo essere finiti a giudizio con decreto della Procura. I fatti risalgono alla notte tra l’8 e il 9 giugno del 2019, aggredirono con violenza un ragazzo di 19 anni. Uno di loro con una mazza in metallo, provocando alla vittima delle ferite al volto. Ad indagare sull’episodio furono i carabinieri, che raccolsero la denuncia della vittima e della sua fidanzata, su quanto accadde quella notte.

Il pestaggio

Lo scenario classico della "movida" fece da sfondo all’aggressione. La vittima aveva assistito al pestaggio di un ragazzo più piccolo da parte di otto persone, tra il Corso Vittorio Emanuele e via Barbarulo. A quel punto aveva tentato di dissuadere il gruppo, senza riuscirci, che nel frattempo aveva schiaffeggiato e preso a pugni il ragazzo più volte. Tornato nel parcheggio con la ragazza per tornare a casa, fu raggiunto da almeno sei persone, che nel riferirsi al precedente pestaggio, avevano poi aggredito lui. La vittima prese un pugno al volto, rimediò la rottura degli occhiali da vista, per poi finire a terra. Dopo la denuncia sporta ai carabinieri e le cure in ospedale, dove il 19enne fu accompagnato da un passante, i militari identificarono il gruppo protagonista dell’aggressione, denunciandone i componenti a piede libero e ritrovando per strada una mazza da baseball in metallo usata quella notte. Ora il processo, giunto al termine dell’indagine, che ha permesso di ricostruire l’ennesima aggressione consumata nella "movida" di Nocera Inferiore. Da tempo le zone principali, nei weekend, sono pattugliate da polizia, carabinieri e Guardia di Finanza, oltre che dai vigili urbani, per scongiurare con più incisitivà quanto accaduto in passato. Per più volte. . 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento