Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Nocera Inferiore

Girava in auto con 79mila euro, conferma del sequestro della somma

Per la Cassazione, il Tribunale ha applicato correttamente il principio di diritto, ritenendo che i soldi detenuti all'interno di un'auto nella quale stava viaggiando, fossero di provenienza delittuosa sulla base di più indici di natura logica

Restano sotto sequestro gli oltre 79mila euro sequestrati dal Tribunale di Nocera Inferiore ad un 40enne napoletano, indagato per ricettazione. La decisione - doppia - che fu del gip del tribunale di Nocera e del Riesame di Salerno poi, è ora condivisa dalla Cassazione

La storia

La difesa aveva sostenuto, invece, che il "mero possesso di un'ingente somma di denaro non poteva di per sè giustificare l'adozione del provvedimento" in assenza di riscontri investigativi in merito all'esistenza di un "delitto presupposto". Per la Cassazione, invece, il Tribunale ha applicato correttamente il principio di diritto, ritenendo che i soldi detenuti all'interno di un'auto nella quale stava viaggiando, fossero di provenienza delittuosa sulla base di più indici di natura logica. E cioè, dall'elevato ammontare della cifra, dal confezionamento delle banconote in mazzette, dal possesso di 6 carte postepay, bancoposta e american express, dalla presenza sull'auto di fatture e documenti di trasporto emessi da diverse società di montoro nei confronti di una Srl, relativamente a merce in pelle. Ancora, l'uomo lavora come operatore socio sanitario, professione ritenuta incompatibile con la movimentazione di ingenti somme. Inoltre, alle forze dell'ordine l'indagato spiegò che i soldi provenivano da prestiti senza interessi e consegne a terze persone, non risultando convincente. Infine, la Cassazione sottolinea il coinvolgimento dello stesso in un'inchiesta della Procura di Avellino per detenzione di stupefacenti e truffa, anche se ancora in fase embrionale. Il sequestro della somma risaliva al 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Girava in auto con 79mila euro, conferma del sequestro della somma
SalernoToday è in caricamento